Electrolube: resine e rivestimenti protettivi dalle caratteristiche innovative

Conformal Coating Electrolube

A productronica 2017 Electrolube darà una dimostrazione della sua eccellenza tecnica nel settore delle specialità elettro-chimiche presentando una selezione di nuovi rivestimenti protettivi e di resine di incapsulamento.

Due prodotti che rappresentano una novità assoluta nell’innovativa serie di rivestimenti protettivi bicomponente (2K) di Electrolube sono le vernici poliuretaniche 2K350 e 2K550. 2K350 è un rivestimento privo di solventi e di color blu opaco per facilitare l’ispezione. Questo prodotto, a norma UL94V-0, è estremamente flessibile e coniuga efficacemente la protezione e le proprietà di una resina di incapsulamento con la facilità di applicazione di un materiale di rivestimento. 2K350 può essere utilizzato con temperature d’esercizio che variano da -40 a +130 °C ed è altamente coprente, persino in spazi ristretti, e la sua estrema flessibilità garantisce protezione anche attorno ai componenti più delicati. Questo rivestimento idrorepellente, che protegge efficacemente dalle immersioni in acqua, dalle nebbie saline e dall’umidità, rappresenta la scelta d’elezione per l’elettronica del comparto automobilistico. Resistente, versatile e ad elevate prestazioni, il nuovo rivestimento 2K550 garantisce la protezione di una resina abbinandola alla facilità di applicazione di un rivestimento protettivo. Uno spessore maggiore e una migliore copertura dei bordi nonché un grado più alto di adesione, durezza e resistenza ai graffi contraddistinguono questo rivestimento protettivo, a norma UL94V-0. 2K550 ha eccellenti doti di chiarezza e di resistenza allo scolorimento, all’umidità e alla condensa. Il nuovo rivestimento dispone anche di una traccia fluorescente per facilitare l’ispezione.

HFAC, un composto flessibile e trasparente

HFAC200HUn altro prodotto lanciato da Electrolube è HFAC, una soluzione alternativa per i produttori che necessitano di rivestimenti privi di solventi aromatici o di ritardanti di fiamma clorurati o bromurati. HFAC eliminerà completamente gli aspetti negativi associati ai materiali alogenati e le problematiche legate ai solventi aromatici in determinate applicazioni di clienti, garantendo maggior sicurezza agli operatori. HFAC è flessibile e trasparente, offre una maggior capacità di ritardo di fiamma, una buona chiarezza e un’eccellente resistenza ai raggi UV, caratteristiche che lo rendono adatto all’uso nelle applicazioni a LED. Grazie alla sua versatilità, il rivestimento HFAC, a norma UL94 V0, è adatto per l’applicazione a spruzzo, per immersione o con il pennello. È anche facilmente rimuovibile in caso di rifacimenti.

Trasparenza ottica

Le due resine poliuretaniche con chiarezza ottica UR5640 e UR5641 garantiscono una trasparenza simile all’acqua, caratteristica che le rende un materiale ideale per l’incapsulamento degli apparecchi di illuminazione a LED. La polimerizzazione di UR5640 produce un rivestimento flessibile, protettivo ed esteticamente piacevole adatto agli elementi degli apparecchi di illuminazione, mentre la natura alifatica della resina polimerizzata garantisce resistenza all’ingiallimento prodotto dai raggi UV, caratteristica di grande utilità in svariate applicazioni in esterni. UR5640 è anche antigraffio ed estremamente resistente agli agenti atmosferici, agli acidi e agli alcali, all’acqua e alla crescita di muffe.

UR5641 ha proprietà ottiche analoghe a UR5640 ma con il valore aggiunto del ritardo di fiamma che lo rende estremamente adatto alla protezione di apparecchi di illuminazione a LED esposti ad atmosfere pericolose, come le luci di emergenza o i dispositivi di illuminazione destinati ad ambienti classificati come zone ATEX. La composizione chimica della resina, senza alogeni e alifatica, assicura la resistenza agli effetti ingiallenti dei raggi UV, facendone un prodotto adatto alle applicazioni in interni e in esterni.

Nero come la notte

La terza resina che Electrolube si appresta a lanciare all’edizione di quest’anno di productronica è il composto epossidico nero per incapsulamento ER2225, con conformità RoHS-2. La sua formulazione è stata studiata per rispondere agli stringenti requisiti del comparto automobilistico e di altri settori industriali che necessitano di resistenza alle alte temperature, di buone prestazioni di ciclo termico nonché della capacità di sopportare le aggressioni di una vasta gamma di sostanze chimiche, carburanti e liquidi.

ER2225 può essere utilizzato per incapsulare gruppi elettronici e circuiti stampati con temperature di esercizio che possono variare tra -40 °C e +180 °C e arriva persino a tollerare escursioni di breve periodo sino a +210 °C. La resina dimostra una buona conduttività termica (1,1 W/mK) ed è perciò adatta ad applicazioni industriali che necessitano di uno scambio termico efficiente in un vasto intervallo di temperature. Sebbene ER2225 contenga filler, i test dimostrano che questa resina scorre con fluidità attorno ai componenti ed è facilmente gestibile in un ambiente di produzione con ritmi elevati.

Pubblica i tuoi commenti