Soluzioni per connessioni in fibra ottica

FIBRA OTTICA –

Le proposte di ITT Cannon Veam nel settore delle soluzioni per connessioni in fibra ottica per i trasporti e l’industriale.

ITT Cannon Veam progetta e produce un’ampia gamma di soluzioni standard e custom di interconnessione per le fibre ottiche, fornendo su richiesta anche soluzioni finite. Azienda che opera in diversi settori applicativi, si è specializzata nel tempo in connessioni speciali per usi militari, mass transit (settore ferroviario e dei trasporti metropolitani), il comparto industriale e quello dei trasporti (trasporti su gomma e, in generale, settore auto motive).

Connettori per fibra ottica
Molte tipologie di rete telecom o datacom prevedono l’utilizzo di due canali ottici (trasmissione e ricezione). Per soddisfare queste applicazioni è stato realizzato il connettore duplex FRBOF (tipo 10SL-2) che, con le sue dimensioni contenute, consente di effettuare le connessioni anche in condizioni ambientali critiche. Il tipico innesto a baionetta consente un facile accoppiamento e una buona tenuta meccanica. Realizzati con grado di protezione IP67, possono essere utilizzati ovunque disponendo di un dispositivo per la ritenzione dell’elemento di rinforzo che garantisce una perfetta integrazione con i cavi. La fibra confluisce nei contatti ceramici da 2,5 mm che consentono ottime prestazioni ottiche con una perdita di accoppiamento di soli 0,5 dB (insertion loss). Questo connettore è indifferentemente adatto per applicazioni single mode e multimode

Connettori a quattro canali
I connettori a quattro canali tipo VOC sono disponibili nella versione con innesto a baionetta e a filetto. La connessione ottica è basata sulla componentistica standard tipo FC/PC (ferule e sleeve di allineamento ceramiche da 2,5 mm). Questi connettori si possono utilizzare sia con cavo a singola fibra ottica che con quelli a più fibre, offrendo in entrambi i casi la ritenzione meccanica dei cavi (mediante la pinzatura della calza di rinforzo) e garantendo un grado di protezione IP67. Per il nuovo programma ferroviario italiano, dove a bordo è previsto un elevato grado di connessione (da internet alla connessione satellitare, fino all’intrattenimento) è stato adottato un connettore a sei vie ottiche per favorire la connettività tra le varie carrozze, scelta che è principalmente dovuta alle elevate caratteristiche di resistenza ambientale. Protetti da un robusto housing a baionetta derivato dalla serie di connettori elettrici CIR, i sei contatti ottici sono alloggiati in un inserto metallico dove sono facilmente accessibili per pulizia. L’allineamento è garantito da un sistema split sleeve (bussola di allineamento “tagliata”) e i contatti femmina molleggiati (spring loaded) garantiscono una bassa perdita di segnale, con valori non più alti di 0,8 dB (insertion loss).
La serie FRBOF dei connettori ottici circolari multicanale utilizza la struttura e gli accessori dei connettori Veam serie CIR. Sono disponibili in varie configurazioni per applicazioni su cavi e pannelli. Sono connettori molto robusti, indicati per un utilizzo in ambienti ostili (all’aperto, applicazioni ferroviarie). Pur essendo impermeabili e refrattari allo sporco, sono comunque facilmente pulibili direttamente sul campo, senza per questo dover essere disassemblati. Sono disponibili nella configurazione a 2, 4, 9 e 12 canali mantenendo dimensioni esterne ridotte. Incorporano il contatto miniaturizzato MVPOC con ferula da 1,5 mm ed è possibile avere vari layout (per numero e dimensione dei contatti) incluso una combinazione mista di contatti elettrici e ottici. L’utilizzo dei pin standard da 2,5 mm in combinazione con l’allineamento sleeve garantisce delle ottime prestazioni.
Il connettore scelto in Germania per la trasmissione dei segnali sulle dorsali autostradali è del tipo VFOT con tre contatti elettrici e due in fibra ottica; i primi per portare l’alimentazione ai dispositivi e i secondi per la trasmissione delle informazioni. Il cavo è assicurato meccanicamente al connettore e la sua uscita è ulteriormente protetta da un rivestimento plastico.

Contatti
I contatti della serie VPOC sono conformi alla normativa DIN41626-3 e sono progettati per essere usati nei connettori rettangolari tipo DIN41612 style M e D-SUB. La giunzione ottica (tipo PC) è composta da un contatto maschio fisso e da un contatto femmina spring loaded. In aggiunta a questi contatti passivi è disponibile la versione con diodo integrato, in accordo con gli standard T018 e T046, ambedue in plastica o metallo. Di questi dispositivi ci sono due versioni disponibili, la serie VTX/VRX che consente durante l’assemblaggio in produzione di calibrare le caratteristiche ottiche al fine di ottenere un’uniformità di prestazioni e la serie SVTX/SVRX che offre prestazioni un po’ meno precise, ma occupa meno spazio sul PCB che la deve ospitare. Utilizza ferule da 2,5 mm e lavora con fibre multimode. L’emitter o il receiver sono facilmente identificabili visivamente così come facile è l’assemblaggio del connettore (snap-in).

Gli ibridi miniaturizzati
I connettori tipo MHC4 sono progettati su specifica del cliente, sono connettori di tipo misto dove c’è coesistenza di segnali elettrici e ottici. Hanno dimensioni molto piccole e sono facilmente assemblabili senza l’utilizzo di particolare attrezzatura. Possiedono un layout dedicato, ovvero le dimensioni e le geometrie sono state sviluppate in accordo alle indicazioni fornite dal cliente così da potersi adattare alle sue apparecchiature, si tratta infatti di connettori prettamente custom. L’innesto è di tipo “push-pull”, anch’esso appositamente adottato per poter garantire la totale compatibilità con l’hardware del cliente. Sono costituiti da due canali ottici e da 2 contatti elettrici derivati dallo standard MIL-C-39029.

Connettori a 16 canali
Veam ha sviluppato un sistema di connettori ottici attivi basati sulla dimensione standard DIN41612 –E, ma capace di accogliere fino a 16 componenti elettro-ottici
Il modello VRC41612E-16, coi suoi terminali a 90° posizionati sul retro del connettore, consente di adottare il metodo di saldatura automatico sul PCB evitando così il costoso sistema di saldatura pin-to-pin richiesto dai componenti tradizionali. Questo connettore è provvisto di zoccolo plug-in per la parte attiva; la sua parte frontale consente di ancorare il dispositivo e di inserire il connettore mobile. L’installazione, l’eventuale sostituzione e la manutenzione in generale possono essere effettuati sul campo senza la necessita di attrezzi speciali. Il preciso allineamento delle fibre consente di limitare le perdite all’interno di 0,5 dB (insertion loss).

Single way
Il connettore VFM è un modello per singola fibra (per applicazioni sia in singlemode che in multimode) ad elevate prestazioni, robusto e munito di meccanismo di aggancio antivibrazioni; costruito in Arcap è resistente alla corrosione ed è stato specificamente progettato per lavorare in ambienti severi. La fibra ottica è facilmente accessibile per le operazioni di pulizia e la perdita massima è di 0,5 dB. È compatibile con le specifiche EFA (J62.710) e Eurofighter (JN62.710).

Pubblica i tuoi commenti