Soluzioni per la gestione termica da Electrolube

rgb light emiting diode display for liminous road signs

Electrolube avrà una forte presenza a electronica di quest'anno (13-16 novembre, Monaco, Germania), con due stand separati nel complesso fieristico. Nella Hall A2 allo Stand 437, l'azienda presenterà una gamma di prodotti per la gestione termica, inclusi i suoi innovativi materiali a cambiamento di fase.


Un problema termico costante

Fornire un'interfaccia termicamente conduttiva efficace tra un componente e il suo dissipatore di calore è essenziale per ottenere lunga durata e grande affidabilità. Per molti, i grassi termici continuano a essere il materiale di riferimento in questo settore, ma interessanti nuovi materiali a cambiamento di fase offrono ora un'alternativa più stabile unitamente a una reale facilità nell'applicazione.
I materiali a cambiamento di fase si ammorbidiscono in modo significativo una volta riscaldati al di sopra della loro temperatura di cambio di fase e funzionano altrettanto bene, o talvolta anche meglio di un grasso termico tradizionale. Questi materiali possono anche offrire stabilità a lungo termine e sono particolarmente adatti alle applicazioni termicamente difficili dove l'aspettativa di vita e l'affidabilità del prodotto possono essere fondamentali. Tali applicazioni includono l'illuminazione a LED, l'elettronica automobilistica e gli inverter eolici situati in remoto.

 

Electrolube LED panel before application of thermal paste

LED prima dell'applicazione della pasta saldante

...la soluzione


Electrolube ha recentemente aggiunto due nuovi materiali a cambiamento di fase a conduzione termica al suo catalogo di prodotti per la gestione termica: il TPM350 e il TPM550. Questi due prodotti saranno gli elementi di maggior richiamo dell'azienda nel padiglione A2 di electronica. Il TPM350 ha una conduttività termica di 3,5 W / m.K e diventa lavorabile a circa 50 ° C. A questa temperatura di "attivazione" il TPM350 cambia stato per diventare un materiale a bassa viscosità, riducendo al minimo la resistenza termica del contatto e migliorando la conduttività termica. Una volta raffreddato, ritorna al suo stato originale. La formulazione avanzata del materiale garantisce una minima resistenza termica di contatto.
Il TPM550 ha invece una conduttività termica più elevata di 5,5 W / m.K e una temperatura di attivazione di 45˚C. In comune con il TPM350, il TPM550 è tissotropico, che impedisce di fluire al di fuori di certe interfacce. Sia il TPM350 che il TPM550 possono essere rielaborati e il loro basso peso specifico consente di servire più applicazioni per chilogrammo di materiali, riducendo i costi di produzione.


Materiali privi di silicone

I nuovi materiali a cambiamento di fase sono privi di silicone, hanno una gamma di temperature operative da -40 a + 125 ° C e sono conformi alla normativa RoHS-2. TPM350 e TPM550 sono serigrafabili e, sebbene contengano piccole quantità di solvente per migliorare la bagnabilità all'applicazione, questo evapora rapidamente dopo l'applicazione per lasciare il materiale a cambiamento di fase solido sul substrato. Entrambi i prodotti sono formulazioni che comprendono una matrice polimerica avanzata e una dispersione di filler altamente termoconduttivi che determinano con estrema precisione la temperatura di cambio di fase del materiale.

 

Resine termoconduttive

Altri nuovi prodotti per la gestione termica che verranno mostrati quest'anno a electronica fanno parte dell'ampia gamma di resine termoconduttive di Electrolube. Questi comprendono la resina epossidica ER2220 a due componenti, ritardante di fiamma e termicamente conduttiva, specificamente progettata per soddisfare le crescenti esigenze di un'elevata dissipazione termica. Con la sua elevata conduttività termica di 1,54 W / m.K, l'ER2220 offre facilità di elaborazione e – allo stesso tempo – fornisce protezione e prestazioni superiori in un'ampia gamma di applicazioni, comprese quelle nell'industria dell'illuminazione a LED in rapida espansione.

 

Electrolube e il mercato automotive

Electrolube avrà anche stand (315) nel padiglione B4, dove l'enfasi sarà rivolta alle soluzioni per il crescente mercato dell'elettronica automobilistica. Esibendosi in entrambi gli stand, i materiali e gli esperti di tecnologia di Electrolube si renderanno disponibili durante la fiera per rispondere alle domande dei visitatori e suggerire possibili soluzioni ai materiali e ai problemi applicativi.

Pubblica i tuoi commenti