Grafica avanzata per esperienze immersive

Dai tempi delle loro prime apparizioni negli anni ‘80, i maxi-schemi composti da più pannelli, detti video wall hanno fatto registrare interessanti evoluzioni. Dalle matrici di display affiancati formate da monitor Crt che evidenziavano parecchi limiti in termini di funzionalità, qualità e disponibilità, i maxi-schermi sono ora i mezzi maggiormente utilizzati nei luoghi più importanti e affollati per fornire contenuti ad alta definizione e attrarre visivamente l’attenzione del pubblico qualunque sia la disposizione dello schermo. Tutto ciò è anche favorito dalla diminuzione dei prezzi di questi prodotti. Il mercato dei video wall sta crescendo costantemente a ritmi molto sostenuti; alla base di questo andamento favorevole vi è l’aumento del numero dei applicazioni reso possibile dai miglioramenti offerti dalle nuove tecnologie e la crescente diffusione della visualizzazione di tipo dinamica al posto dei tradizionali contenuti audiovisivi statici nelle applicazioni commerciali e della pubblica amministrazione: tra i settori coinvolti si possono annoverare sanità, negozi al dettaglio, trasporti, sicurezza, pubblicità sia interna sia esterna e molti altri ancora. Quello dei fornitori di video wall è un settore molto competitivo. Le aziende di maggiori dimensioni hanno deciso di entrare in questo mercato, cercando di guadagnare quote in un settore dalla prospettive decisamente promettenti, mentre molte altre hanno aggiunto questi prodotti alla loro offerta. Le aspettative sono molto elevate e i produttori stanno sviluppando prodotti innovativi, stringendo accordi e realizzando partnership finalizzate a soddisfare le esigenze del mercato.

Innumerevoli applicazioni

I negozi al dettaglio di grandi dimensioni di moda, cosmetici o elettronica così come i luoghi pubblici come centri commerciali, aeroporti e stazioni ferroviarie utilizzano i maxi-schermi per promuovere offerte con un livello qualitativo superiore. In un periodo come quello attuale, dove gli apparecchi televisivi presenti in molte abitazioni hanno schermi da 55” (o anche maggiori) con risoluzione 4K, le installazioni di cartellonistica digitale devono offrire prestazioni e funzionalità superiori per garantire agli utenti un’esperienza unica. Nello stesso tempo queste installazioni devono “impressionare” il pubblico e attirare l’attenzione garantendo la migliore qualità possibile. I maxi-schermi sono spesso usati in configurazioni caratterizzate da una notevole altezza che mostrano i più recenti annunci pubblicitari in un formato “mozzafiato”. Lo scopo, ovviamente, è attirare l’attenzione e fare in modo che i potenziali clienti restino al più a lungo possibile all’interno dei negozi facendo loro sperimentare sensazioni piacevoli e coinvolgenti attraverso i maxi-schermi. Contenuti video di tipo creativo possono, ad esempio, evocare momenti romantici mostrando una scena natalizia che si svolge all’interno di un’abitazione nei mesi invernali, oppure generare sensazioni di freschezza mostrando cascate d’acqua nelle foreste o ispirare dinamismo attraverso animazioni video che sfruttano le tecnologie più innovative. Le esigenze che una soluzione grafica deve soddisfare sono diverse in base alla tipologia di scene. Innanzitutto, questa soluzione deve poter alimentare il maggior numero possibile di schermi separate. Per quel che concerne la qualità, è indispensabile assicurare colori vividi e realistici, una vasta gamma di colori, frame rate (numero di fotogrammi per secondo di un filmato) elevata e prestazioni 3D eccellenti per le animazioni. Inoltre è richiesta la più alta risoluzione per assicurare un impatto visivo di elevata qualità (senza fenomeni di sgranatura - pixelation) anche in prossimità dello schermo: a differenza di quel che accade quando si guarda la Tv o si assiste a una proiezione cinematografica dove la distanza di visualizzazione è fissa, i consumatori presenti in un negozio possono trovarsi nelle immediate vicinanze degli schermi.

Realizzare maxi-schermi perfetti ma affidabili

Oltre ai requisiti appena sopra menzionati, la produzione dal punto di vista tecnico del contenuto video deve essere impeccabile e i contenuti devono essere sincronizzati in quanto spesso sono riprodotti su più maxi-schermi presenti in un negozio e in differenti negozi sparsi in tutto il globo. Il controllore del sistema deve garantire flessibilità in fase di programmazione e semplicità di funzionamento per supportare un aggiornamento frequente dei contenuti, in quanto ogni settimana vengono pubblicizzati prodotti differenti. I display devono essere nitidi e garantire una visualizzazione uniforme, mentre l’affidabilità deve essere assicurata in ogni occasione. Per soddisfare queste esigenze di marketing, i clienti richiedono una tecnologia che offra i più elevati livelli qualitativi.

La prima scelta

Nel momento in cui Shanghai Unicross Msp, un fornitore di servizi M2M gestiti, ha deciso di andare alla ricerca di una soluzione di elevato livello qualitativo per supportare la crescita del suo business in diversi comparti industriali, il suo partner Scala aveva le idee chiare in proposito. Poiché i clienti non sono disposti ad accettare la presenza di schermi neri o problemi di compatibilità (che molti fornitori stanno ancora cercando risolvere), Scala ha individuato in iBase Technology un’azienda in grado di fornire una soluzione completa capace di assicurare l’affidabilità richiesta abbinata a un funzionamento continuo e regolare. Oltre al progetto e all’assemblaggio dell’hardware e alla configurazione del software, iBase effettua anche le operazioni di collaudo e di validazione per garantire la compatibilità e l’affidabilità dei lettori multimediali utilizzati per applicazioni di digital signage. La società, inoltre, esegue collaudi esaustivi sia sui singoli componenti sia sui sistemi completi, un aspetto questo molto importante che molte aziende concorrenti non prevedono. Un ultimo elemento critico è rappresentato dal costo. In alcuni casi, il costo totale di un sistema di iBase può essere inferiore del 50% rispetto a quello dei concorrenti, grazie all’elevata efficienza delle tecnologie di produzione e integrazione sviluppate dalla società.

Versatilità e flessibilità 

Grazie all’impiego della tecnologia Multi-Display Matrix proprietaria messa a punto da iBase, il lettore per video wall SI-60E con risoluzione di 8K, vincitore dei premi “Best Choice Award” a Computex 2015 e “Taiwan Excellence” nel 2016, garantisce la massima flessibilità nella configurazione dei maxi-schermi e nell’impostazione della risoluzione, prevede l’emulazione Edid hardware e la correzione bezel (con la quale sono eliminate le alterazioni dovute alla suddivisione dell‘immagine in più schermi in modo da ottenere un allineamento ottimale e armonioso della figura su più display). Ogni player SI-60E, equipaggiato con il processore grafico Radeon E8860 di Amd, supporta fino a 12 schermi garantendo prestazioni grafiche 3D eccellenti con risoluzioni che arrivano a 7680 x 3240 pixel. La Gpu di Amd supporta l’elaborazione grafica con risoluzione 4k, permette di gestire più display, è caratterizzata da consumi molto ridotti e viene offerta in numerosi fattori di forma.

Costi competitivi e prestazioni elevate

Pur assicurando elevate prestazioni, le soluzioni offerte da iBase sono offerte a un costo competitivo in quanto la società non ha utilizzato costosi chipset per le loro realizzazione. La configurazione hardware prevede un processore per desktop e un processore grafico Radeon E8860 di Amd che supporta fino a 12 uscite video: in questo modo è possibile alimentare più display con un singolo player con conseguente riduzione del costo complessivo. Essa prevede anche quattro zoccoli Ddr3 (per una capacità massima di 32 GB di memoria di sistema) e garantisce una notevole flessibilità nell’impostazione del display con una risoluzione ottimale di 11520 x 2400 pixel.

Funzionamento continuo e affidabile 

La tecnologia iSmart integrata in ogni dispositivo SI-60E protegge i sistemi e consente loro di utilizzare la potenza in modo efficiente grazie a funzioni quali “power scheduling” (per la pianificazione di accensione e spegnimento) automatico, rilevamento di “power failure” (interruzione dell’alimentazione) e monitoraggio della temperature per ridurre i tempi di fermo in particolar modo negli ambienti a bassa temperatura. Grazie a iSmart, il processore è in grado di riprendere l’esecuzione e ripristinare il sistema operativo nello stato di default impostato in fabbrica nel caso di crash (blocco/terminazione improvvisa di programmi in esecuzione o blocco totale) del sistema o di danneggiamento del software, accendersi e spegnersi automaticamente ed eseguire tutte le procedure di avvio anche in presenza di temperature ambientali molto basse. In definitiva SI60-E è in prodotto predisposto per l’uso industriale in grado di assicurare prestazioni elevate e un funzionamento continuo anche in ambienti gravosi.

Pubblica i tuoi commenti