Un Osservatorio per monitorare i furti di rame

ASSOCIAZIONI –

Grazie ad un Protocollo di Intesa supportato anche da Federazione Anie, è nato l’Osservatorio Nazionale sui Furti di Rame che si occuperà di monitorare una situazione sempre più preoccupante.

Federazione Anie, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, l'Agenzia delle Dogane, le Ferrovie dello Stato, Enel e Telecom Italia hanno siglato un Protocollo di Intesa per l'istituzione presso il Ministero dell'Interno dell'Osservatorio Nazionale sui Furti di Rame. Scopo principale dell'Osservatorio sarà il dettagliato monitoraggio delle azioni criminali perpetrate sull'intero territorio nazionale, per determinare eventuali collegamenti tra i furti di rame e le attività delle organizzazioni criminali nazionali e internazionali. Tra le cause più importanti alla base dell'aumento dei furti di rame vi sono certamente i rialzi registrati nell'ultimo decennio nelle quotazioni del materiale, che lo hanno reso più prezioso ed attrattivo agli occhi della criminalità comune e organizzata.

Pubblica i tuoi commenti