Soluzioni per ogni esigenza di potenza

IN VETRINA A PCIM2014 –

Un nuovo approccio porta Vicor a proporsi come player di riferimento per tutta la power chain.

Con l'obiettivo di proporsi sul mercato della potenza come partner di riferimento per intera power chain, Vicor ha scelto un nuovo approccio che l'ha portata a presentare, in occasione del PCIM di Norimberga, una nuova famiglia di moduli convertitori in tecnologia ChiP. Si tratta di una nuova piattaforma di moduli convertitori Dc-Dc isolati basati sulla tecnologia ChiP (Converter housed in Package ). Con un livello di densità di potenza doppio rispetto ai convertitori Dc-Dc tradizionali, i nuovi ChiP DCM di Vicor consentono ai progettisti di sistemi di potenza di risparmiare prezioso spazio sulla scheda. I ChiP DCM possono essere utilizzati per un ampio spettro di applicazioni che richiedono elevati livelli di densità di potenza associati alla massima flessibilità di gestione termica. La piattaforma ChiP DCM di Vicor copre dei valori di conversione Dc-Dc che spaziano da 12 a 420 V in ingresso e da 12 a 55 V in uscita. Associati ai regolatori FPA e ZVS, questi nuovi componenti di potenza consentono di sviluppare delle soluzioni source-to-load di alimentazione di sistema più dense, efficienti e scalabili. L'annuncio contempla al momento due ChiP DCM preconfigurati. Il primo è il DCM 4623 (46x23 mm) da 600 W, con tensioni nominali di 290 Vin e 13,8 Vout: questa versione è destinata ad applicazioni quali sistemi a 12 V alimentati con batterie HV Li-Ion. Il secondo è il DCM 3623 (36x23 mm) da 320 W con tensioni nominali di 16-50 Vin e 28 Vout: questi prodotti sono ottimizzati per i sistemi Mil-Cots a 28 V. Oltre a permettere il collegamento in parallelo di un massimo di otto unità, i ChiP DCM offrono una densità di potenza fino a 75,9 W/cm3 e un livello di efficienza che arriva al 93%.

Brick ad alta densità

Da segnalare anche una nuova famiglia di convertitori Dc-Dc HD Brick che conservano gli attributi fondamentali di progettazione dei brick tradizionali, fornendo una densità di potenza superiore fino all'51% rispetto ai prodotti concorrenti, con livelli di efficienza fino al 94%. La serie di convertitori Dc-Dc HD Brick consente ai progettisti di sistema di sfruttare più potenza in meno spazio sia rispetto ai prodotti brick concorrenti sia rispetto ai convertitori Dc-Dc Maxi, Mini e Micro di generazione precedente. Le prime due proposte standard del portafoglio HD Brick di Vicor sono la versione da 320 W, con tensioni nominali di 28 Vin (ingresso da 16 a 50 V) e 28 Vout, alloggiata in package da 48,6 x 46,5 x 16 mm - e la versione da 400 W, con tensioni nominali di 300 Vin (da 180 a 420 V di ingresso) e 12 Vout, alloggiata in package da 57 x 46,5 x 16 mm. Questi convertitori Dc-Dc sono disponibili in versione con flangia e senza flangia, possono operare in ambienti difficili, e sopportano tre intervalli di temperatura, con funzionamento fino a -55° C. I prodotti possono essere impiegati in combinazione con i regolatori Buck ZVS e i componenti di potenza VI Chip di Vicor per alimentare il punto di carico del sistema elettrico.

Pubblica i tuoi commenti