Safety e Security, i due volti della “sicurezza”

CONVEGNI –

In particolare, per “safety” s

In particolare, per "safety" si intende l'insieme delle misure e dei dispositivi finalizzati a prevenire o ridurre gli infortuni in ambito lavorativo. Esempi sono: sistemi di anticaduta dai ponteggi; protezione viso, occhi, mano, vie respiratorie; antincendio, ecc. La "security" rappresenta, invece, la sicurezza come risposta al pericolo criminalità e terrorismo. Esempi sono: sistemi di videosorveglianza, telecontrollo, antintrusione, antieffrazione,ecc.
In sintesi:
•    la "safety" è la sicurezza dei lavoratori
•    la "security" è la sicurezza dei cittadini
Il fatto che entrambe queste componenti siano spesso al centro di fatti di cronaca genera sovente incertezza e confusione, sia per l'approssimazione con cui vengono affrontate dai media sia per il fatto che entrambi i termini hanno il medesimo corrispettivo in italiano ("sicurezza").
In questo senso, gli eventi contemporanei "Sicurtech" (safety)  + "Sicurezza" (security), organizzati da FieraMilanoTech, si pongono l'ambizioso obiettivo di "fare sistema" sul panorama della sicurezza italiano, valorizzando non solo le differenze, ma anche le integrazioni tra i due comparti.
L'evento organizzato da Il Sole 24 ORE per
il 14 novembre 2008 presso la sede di via Monterosa a Milano,  con l'obiettivo di preannunciare la Fiera, attraverso una serie di case history analizzerà gli aspetti di maggiore sinergia tra "safety" e "security", a dimostrazione del fatto che entrambe le discipline rientrino a pieno titolo nel patrimonio sociale e lavorativo delle imprese.

Pubblica i tuoi commenti