Protezione da polarità inversa

Texas Instruments ha presentato il primo dispositivo eFuse a chip singolo con Fet back-to-back, che raggiunge il massimo grado di protezione del settore fino a 60 V. Grazie a caratteristiche avanzate sul chip, come la protezione da polarità inversa e il blocco della corrente inversa, il TPS2660 è l’eFuse più integrato disponibile per applicazioni per rail a 24 e 48 V in progetti industriali, automotive e per infrastrutture di comunicazione.

Caratteristiche e vantaggi

L’esclusiva architettura del dispositivo, con Fet back-to-back integrati, permette al TPS2660 di mostrare le seguenti caratteristiche: consente la protezione da polarità inversa per proteggere il carico di sistema da errori di cablaggio, che possono verificarsi in apparecchiature industriali che utilizzano morsetti a vite; il blocco della corrente inversa impedisce alla corrente di scorrere a ritroso dal lato di uscita al lato di ingresso; la protezione e l’integrazione avanzate riducono lo spazio su scheda fino al 40%, eliminando la necessità di componenti esterni. Inoltre, la protezione regolabile contro la sovratensione fino a 60 V aiuta i progettisti a superare i test di conformità surge previsti dalle norme di settore in modo più veloce e affidabile, incluso il test per transitori elettrici veloci.

Un progetto di riferimento

Da segnalare anche la disponibilità di creare progetti più velocemente utilizzando il progetto di riferimento per la protezione di ingresso e alimentazione di backup per unità controller Plc a 25 W, proposto da Texas Instruments, in cui i convertitori Dc/Dc LM5002 e LM5160 forniscono alimentazione di backup in conformità alle specifiche della Iec 61000-4.

Pubblica i tuoi commenti