Modularità e semplicità d’uso nella progettazione di Pcb

Giunto alla release 8.0. Pulsonix è un sistema Cad per lo sviluppo di schede a circuito stampato di nuova generazione. Questa innovativa soluzione - sviluppata dall'omonima società - offre una serie di strumenti di capture, layout e routing che permette di gestire progetti avanzati sfruttando le più moderne tecniche grafiche e di gestione dei dati. Creato per utenti sia professionali sia con esigenze più moderate, Pulsonix basa la propria proposta sulla facilità d’uso garantita da un’interfaccia "Windows Style" semplice e intuitiva, che offre un ambiente unico in cui effettuare schematic entry e layout. La struttura dei menu segue il flusso del processo di sviluppo del progetto, consentendo di configurare completamente toolbar, menu e chiavi "F" (F1, F2 eccetera) per il massimo controllo. Grazie alle numerose risorse di supporto, direttamente integrate nel programma o disponibili online, l'uso dello strumento non richiede particolari training. Benché Pulsonix offra delle sessioni di formazione mirate, l'utente può iniziare a operare autonomamente e in pochissimo tempo. Oltre alla facilità d'uso, un ulteriore elemento che ribadisce la strategia Pulsonix di rivolgersi a un pubblico ampio e diversificato è la scalabilità del prodotto. L'ambiente è infatti licenziabile secondo vari livelli, con versioni a costo crescente limitate dal punto di vista del numero di pin di componenti per scheda secondo tre livelli: infinito, 2000 e 1000 pin. Tale approccio permette di fruire di una soluzione adatta a tutte le tasche, offrendo così un ambiente flessibile e completo capace di soddisfare qualsiasi esigenza. Anche l'approccio alle funzioni è scalabile. Il sistema è modulare e permette di aggiungere nuove prestazioni man mano che esigenze crescono. Esempi di moduli aggiuntivi sono la simulazione Spice, l'interfaccia per l'integrazione Fpga, l'opzione di routing automatico, il modulo di progettazione interattiva di reti ad alta velocità, l'interfaccia Cdc (Corporate database connection), l'opzione Chip-on-board e l'interfaccia Plm (Product lifecycle management). Pulsonix è stato progettato adottando gli ultimi concetti relativi al software design. Il pacchetto fa leva su un'esperienza di diversi anni/uomo nella programmazione, costruita da un gruppo di sviluppatori con alle spalle importanti progetti nelle maggiori aziende Cad del settore. Non di meno sono stati tenuti presenti i concetti scaturiti in campo applicativo e sono state fornite risposte a tutte le esigenze che il mercato esprime in termini di crescita tecnologica. Sviluppato per un'utenza interdisciplinare, Pulsonix consente di operare su Pcb anche in radiofrequenza e realizzate con supporti rigidi o flessibili. La possibilità di scambiare dati con Cad meccanici, con sistemi di simulazione di integrità dell'alimentazione e dei segnali, con piattaforme di produzione e con ambienti database (MySql, Oracle, Sap, Excel, per citarne alcuni) fanno di questa piattaforma uno strumento che ben si integra in qualsiasi realtà operativa, dal singolo progettista al team della grande azienda.

 

Lo schematic entry

Cuore della piattaforma è sicuramente lo schematic entry, potente ma contemporaneamente facile da usare. In questo ambiente è possibile definire il nocciolo delle regole di progettazione della scheda. Nello schematico possono essere importati in modalità automatica anche componenti Fpga con relativi pinout e nomi di pin definiti in fase di sintesi logica. Pulsonix consente di operare in modalità top down, frazionando quindi diversi elementi in gerarchie. Ciò facilita il riuso di parti comuni della scheda e offre l'opportunità di replicare tali blocchi in modalità "carbon copy" come elementi predefiniti per differenti progetti. I formati netlist supportati sono numerosi e questo facilita l'interfacciamento con sistemi di altri fornitori. Nella versione 8 è previsto un nuovo editor delle regole basato su spreadsheet. Potente integrazione alla suite High Speed Interactive, il Rules Spreadsheet migliora la visualizzazione consentendo di riassumere le regole su ogni rete durante la modifica; il tutto in tempo reale. Dei "tasti" colorati consentono di evidenziare chiaramente la regola e il suo attuale stato direttamente nel contesto, offrendo un utile ausilio soprattutto quando qualche vincolo viene violato. Nello schematico è inoltre possibile definire delle regole di Net Class e trasmetterle automaticamente al Pcb editor. Ciò significa regole chiare e univoche in entrambi gli ambienti. Laddove vengono utilizzate tecnologie di saldatura alternative è possibile definire regole di footprint speciali. Ad esempio, viene offerta l'opportunità di scambiare i footprint o di effettuare delle rotazioni nel progetto in funzione del tipo saldatura usato, a onda o reflow. È inoltre possibile utilizzare questa opzione per modificare i footprint quando è richiesta l'aggiunta di strati esterni per favorire un processo chimico più equilibrato durante la placcatura (thieving). Le nuove regole speciali consentono anche di sviluppare footprint alternativi più piccoli in aree dove è richiesto un ingombro ridotto, permettendo così un posizionamento dei componenti più denso dove lo spazio è prezioso. Un Electrical Rule Checker permette di definire controlli on line e batch tramite una semplice tabella. I tipi di pin possono essere definiti dall’utente e poi selezionati durante la creazione del componente e quindi controllati durante la fase di stesura della connessione per determinare errori e avvisi e cogliere l’obbiettivo di un disegno libero da subito dagli errori. Un design rule checker assicura il controllo estensivo delle regole di progetto. Questo set di regole include numerosi parametri, tra i quali spaziature, griglie, reti e tutti i controlli di manufacturing. Mantenendo la massima semplicità, il modulo di layout offre uno strumento efficace e veloce per progettare le schede con una granularità particolare nel definire i dettagli tecnici e costruttivi. Il tool prevede menu orientati all'oggetto selezionato, una perfetta sincronia con il database schematico e con le librerie e un'estrema semplicità nel definire e applicare le regole di progetto anche particolarmente dettagliate.

 

Prestazioni avanzate

Oltre alle funzionalità di editing e visualizzazione tipiche del mondo Windows, le prestazioni della piattaforma sono numerose. Vediamone alcune. Una funzione di Auto Dim permette di mantenere inattivi (ombreggiati) tutti gli elementi che non sono utili durante una fase di editing del circuito. Questa opzione è utile se si opera in una zona molto ampia di una scheda multiplayer e dove il volume di oggetti visualizzati è così alto da poter indurre confusione. Lo Schematic Symbol Wizard è uno strumento che conduce passo passo nella sequenza per la creazione dei simboli di libreria e la collocazione dei pin e dei numeri del simbolo, favorendo lo sviluppo di progetti corretti al primo tentativo. Una caratteristica fondamentale di Pulsonix è il cosiddetto placement push mode. Questa funzione abilita il collocamento dei componenti "spostando" gli altri in una posizione che non intralci. Un wizard è disponibile anche per creare ogni tipo di componente o di parte. Il tool conduce nella definizione dell'elemento all’interno della libreria, evitando errori e al tempo stesso automatizzando il processo di sviluppo. Sempre in termini di automatismi, la funzione Footprint Wizard consente la definizione dei profili di piedinatura ottimizzando il processo di creazione delle librerie tramite una semplice sequenza di passi logici. È possibile infatti costruire in modalità automatica Dip, Soic, Pga, Bga e componenti con passo radiale usando una chiara e semplice interfaccia. La funzione di piazzamento automatico iniziale è pilotata tramite opportune finestre di dialogo. Il piazzamento può essere effettuato anche a gruppi oppure all’interno e all'esterno di determinate aree. A completamento è possibile scambiare pin e gate per ottimizzare la lunghezza delle connessioni. Poiché i disegnatori di layout dedicano molto tempo allo sbroglio manuale, Pulsonix ha progettato un auto router a menu sensibili al contesto che, attraverso l’uso intelligente dei tre tasti del mouse, offre un controllo istantaneo delle tracce, delle griglie e di tutti i parametri. L'autorouter integrato utilizza la tecnologia "rip up and retry". Il controllo in tempo reale di ogni parametro permette di evitare qualsiasi tipo d'errore sulla scheda. Una nuova funzione della versione 8 è il Bus Routing, disponibile nella suite Interactive High Speed. Questo modulo permette di facilitare l'instradamento di insiemi di percorsi sulla scheda, selezionando pad, vias, connessioni e tracce. Un’opzione interattiva permette di misurare in modo diretto la distanza tra due elementi all’interno del disegno, visualizzando numerose altre informazioni come ad esempio i tipi di oggetto convolti nell'analisi. Sempre in termini di nuove opzioni è da segnalare la funzionalità di "Via Stitching", la quale consente di aggiungere automaticamente i vias lungo, internamente o esternamente a tracce e profili. Questi possono così essere utilizzati per la schermatura nei progetti RF o ad alta velocità. La funzione consente inoltre l'inserimento di vias nelle aree in rame: questi saranno distanziati, sfalsati o aggiunti in modo casuale all'interno di una forma selezionata, offrendo una soluzione ideale soprattutto nelle applicazioni ad alta tensione.

 

Strumenti di gestione

Oltre alle potenti funzioni di sviluppo, Pulsonix 8.0 mette a disposizione vari tool che facilitano ulteriormente la gestione del progetto. Attraverso il proprio Variant Manager, Pulsonix permette di creare qualsiasi numero di versioni sia nell’ambiente di schematico che di layout. Se si aggiungono varianti nello schema queste verranno poi passate automaticamente all’ambiente di layout. Una funzione di Reverse Engineering permette di ricostruire automaticamente lo schematico laddove esiste solo il layout. Usando quindi le parti della libreria, tutto il disegno potrà essere completamente rigenerato. Tramite la funzione di sincronizzazione dei disegni, Pulsonix crea un report istantaneo delle differenze tra schematico e layout verificando cosi l’integrità del disegno. Qualora esistessero delle differenze queste vengono automaticamente importate direttamente nel layout. Sempre automaticamente possono essere retro annotati nello schematico nomi di componenti e di reti eventualmente modificati.

 

Interfacciamento a 360 gradi

Pulsonix offre la massima flessibilità nella gestione di schemi e librerie in diversi formati Eda. Attualmente l'ambiente consente di importare librerie e disegni da tutte le piattaforme più diffuse, tra le quali Orcad, Pads, Powerlogic, Cadstar, Visula, Board Designer, Altium Protel, Ultiboard, Eagle, DxDesigner, Integra, EdWin e Pcad Gerber. Sono inoltre possibili importazioni ed esportazioni dei formati Dxf che Idf, assicurando una comunicazione intelligente con tutti i sistemi di Cad meccanico. Pulsonix è un membro registrato del Valor Partner Program. Ciò significa che il programma può esportare i file di manufacturing in formato Odb++. Questo formato è di fatto uno standard di fatto accettato dalla maggior parte delle società di produzione. Gli output di produzione possono essere generati con un'unica operazione. Un semplice click permette l'impostazione dei parametri di plotting dei file di postprocessing. Una menzione particolare per quanto riguarda la documentazione del progetto. Oltre a generare le liste di materiali, Pulsonix 8.0 consente di produrre report personalizzati direttamente dall'utente utilizzando una semplice interfaccia. Tutto questo può girare su un semplice Pc di classe Pentium con Windows 8 in entrambe le varianti a 32 e 64 bit, senza particolari schede grafiche o dimensioni di disco rigido.

Pubblica i tuoi commenti