Modeste crescite per i chip nel 2011

MERCATO CHIP –

Le previsioni di chiusura per il mercato mondiali dei chip per il 2011 evidenziano una crescita molto limitata.

La persistente crisi economica e la sempre più pesante sfiducia stanno condizionando negativamente la domanda globale di elettronica, spingendo molte agenzie di analisi di mercato a ridimensionare le previsioni stilate per il fatturato dei semiconduttori nel 2011. A dispetto del precedente studio, che ipotizzava per questo mercato un incremento del 4,6%, l'ultimo Application Market Forecast Tool di IHS iSuppli stima infatti che tale fatturato aumenterà di un misero 2,9%, per raggiungere un valore di 313,3 miliardi di dollari, a partire dai 304,5 del 2010. Secondo il commento di Dale Ford, vicepresidente dell'area relativa alla supply chain dell'elettronica e ai semiconduttori, “protraendosi i mutamenti economici anche nel 2011, gli investimenti nel consumer avrebbero potuto ancora mantenere un ragionevole livello di crescita nella domanda di elettronica solo se le condizioni fossero rimaste ragionevolmente stabili. Sfortunatamente, l'aggravarsi della crisi e l'instabilità dell'economia, anche nel 2011, si è riconfermata come la prima causa delle difficoltà nello sviluppo del fatturato del settore dell'elettronica e dei semiconduttori. Inoltre, c'è da aspettarsi che l'influenza di un'economia debole e stagnante sul mercato dei semiconduttori si sentirà anche nel 2012, e la crescita sarà così limitata al 3,4%”.
2012

Pubblica i tuoi commenti