L’elettronica indossabile traina gli Amoled flessibili

I produttori di display di piccole e medie dimensioni stanno rapidamente passando dalla produzione degli schermi Oled (Organic Light-Emitting Diode) di tipo rigido usati negli smartphone e nei dispositivi indossabili agli schermi Amoled (Active-Matrix-Organic-Light-Emitting Diode), se prestiamo attenzione alle analisi di Ihs Technology. In particolare, pare che Samsung Display e LG Display stiano cercando di ottenere una maggiore differenziazione tecnologica rispetto agli schermi a Lcd utilizzati negli smartphone e nei dispositivi wearable, con l’obiettivo di espandere la possibilità di fornire display Amoled flessibili. Questi ultimi prodotti, dunque, dovrebbero quest’anno equivalere a oltre l’11% delle vendite di Amoled rigidi.

Pubblica i tuoi commenti