L’elettronica di domani a Monaco

LA PAROLA A... NICOLE SCHMITT –

A electronica 2012 si vedrà in anteprima il futuro dell’elettronica. Tra le tematiche al centro del salone di Monaco di Baviera la rivoluzione energetica e le sfide delle smart grid, l’elettronica per l’industria automobilistica, le tecnologie wireless e le piattaforme per le applicazioni embedded.

Ormai da molti anni electronica è diventata l'appuntamento di riferimento dell'industria elettronica mondiale; anno dopo anno, la manifestazione è cresciuta sia per il numero degli espositori che dei visitatori; l'ultima edizione è stata visitata da oltre 72.000 operatori provenienti da 76 Paesi e ha visto la presenza di 2.578 espositori.
L'edizione di quest'anno si svolgerà come di consueto nel Centro Fieristico di Monaco di Baviera, dal 13 al 16 novembre, proponendo una rassegna completa di tecnologie, prodotti e soluzioni per l'industria elettronica: semiconduttori, connettori e apparecchiature elettromeccaniche, sistemi di misura e collaudo, progettazione elettronica, sistemi embedded, componenti passivi, sistemi wireless, alimentatori, Pcb, Ems e distribuzione. Come di consueto, electronica 2012 si propone di andare oltre la semplice esposizione dei prodotti attraverso un ricco programma di convegni con forum tematici e la consolidata “Ceo Round Table” durante la quale i massimi dirigenti del settore discuteranno con il pubblico presente di un tema di primaria importanza. L'argomento di quest'anno sarà “Semiconduttori per la sfida della smart grid”. I temi delle conferenze e dei forum spazieranno invece dall'elettronica per l'industria automobilistica, alla tecnologia wireless fino ai sistemi embedded.
Abbiamo incontrato in occasione della presentazione di electronica 2012 alla stampa italiana, Nicole Schmitt, responsabile dell'organizzazione dell'evento tedesco, per avere alcune anticipazioni su quello che ci possiamo attendere dalla prossima edizione della manifestazione.

“Inside tomorrow” è il nuovo payoff di electronica 2012. Cosa significa e quali sono i punti chiave di questa edizione?
La prossima edizione di electronica si caratterizza per il payoff  “Inside Tomorrow” che sta a significare che l'obiettivo della manifestazione è di essere dentro a quella che sarà l'elettronica di domani. A electronica 2012 si potrà infatti avere un'anteprima assoluta di quello che sarà il futuro dell'elettronica. Tra le principali tematiche che verranno affrontate, c'è quindi quella della rivoluzione energetica; per l'energia del futuro è necessaria l'elettronica e, in quest'ottica, si parlerà di soluzioni per le smart grid e così come delle home appliance del future. Anche la ben nota “Ceo Round Table”, sarà quest'anno dedicata a come le soluzioni a semiconduttore permettono di affrontare la sfida delle smart grid. I chief executive officer delle principali industrie elettoniche mondiali si confronteranno infatti sul contributo offerto dalle tecnologie elettroniche  alle energie del futuro.

Il programma dei forum e delle conferenze sarà come sempre nutrito. Ci può dare qualche anticipazione delle tematiche che verranno trattate?
Una tematica molto importante che verrà approfondita in occasione di electronica 2012 è quella della tecnologia embedded, tema centrale in tutta l'industria elettronica. A electronica 2010, questa centralità era stata confermata dalla presenza di 230 aziende tedesche e internazionali presenti nell'area specifica del salone e all'interno dell'embedded Forum. Abbiamo così deciso di organizzare per la prima volta la “embedded platforms conference”, durante le giornate del 14 e 15 novembre, per rispondere alle sfide che devono affrontare quotidianamente gli ingegneri di sistemi embedded, che possono così venire in fiera per raccogliere informazioni specifiche per scegliere la piattaforma più adatta alle loro esigenze. I produttori di processori e controllori e i loro partner software potranno inoltre partecipare a seminari e presentazioni per scoprire le soluzioni a disposizione degli sviluppatori in fase di selezione dei componenti e di progettazione dei sistemi. Fra gli sponsor che hanno già confermato il proprio interesse ci sono Texas Instruments, Toshiba, Infineon e TQ Components. L'embedded platforms conference si propone quindi per gli espositori come una vetrina ulteriore per la presentazione delle loro soluzioni e novità, e per gli architetti e gli sviluppatori come un'occasione per aggiornarsi sulle tecnologie più innovative e sulle loro potenziali applicazioni.

Le applicazioni automotive rivestono da sempre un ruolo importante all'interno di electronica…
Anche quest'anno, come del resto da diversi anni a questa parte, la manifestazione dedicherà ampio spazio all'automotive, settore che rimane per il Vecchio Continente decisamente strategico. Oltre a una folta rappresentanza di espositori legati al settore auto, nelle giornate del 12 e 13 novembre verranno organizzati sia un forum dedicato all'automotive, sia la tanto apprezzata “electronica automotive conference”, in cui si parlerà del contributo dell'industria elettronica all'aumento dell'efficienza nell'elettromobilità e dell'uso dell'elettronica per aumentare la sicurezza dei guidatori. Nell'ambito della conferenza, esponenti delle case automobilistiche, dei fornitori di componenti per autoveicoli e dell'industria elettronica presenteranno tecnologie, soluzioni e strategie con le quali il settore intende affrontare le sfide dei prossimi anni.

Ci sono altre tecnologie di particolare interesse che troveranno spazio durante electronica 2012?
La tecnologia wireless in tutte le sue forme svolge un ruolo fondamentale nell'informatica e nelle comunicazioni, e la sua importanza è destinata a crescere di pari passo con l'esigenza di accedere a Internet in maniera diffusa e ubiqua. Dalla sicurezza RFid nei negozi alla misurazione evoluta, dagli elettrodomestici intelligenti agli smartphone, fino ai prodotti compatibili con ZigBee e Bluetooth, la tecnologia wireless è ormai un grande business. Per questo l'”electronica wireless congress”, che si svolgerà il 14 e 15 novembre, sarà dedicato al futuro della tecnologia wireless e alle sue innumerevoli applicazioni. Il programma della conferenza riguarderà le normative più recenti, gli sviluppi tecnologici più significativi e il modo in cui le soluzioni wireless entrano nella vita quotidiana di ciascuno di noi.

Ci sono novità per quanto riguarda il numero degli espositori in generale e di quelli italiani in particolare?
Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti ad oggi; tutti i principali player del settore hanno già riconfermato la propria presenza e le prenotazioni degli spazi sono risultate in crescita rispetto all'ultima edizione del 2010. Questo ci ha permesso di coprire ben dodici padiglioni del centro fieristico di Monaco di Baviera. Siamo soddisfatti anche del riscontro da parte delle aziende italiane, la cui presenza in termini numerici si manterrà sostanzialmente in linea con lo scorso anno, quando avevano esposto un'ottantina di aziende italiane.

Electronica è la fiera europea di maggior successo dedicata all'elettronica. Quali sono a suo avviso le ragioni di questo successo e quali sono le principali sfide da affrontare?
Ci tengo a sottolineare che electronica non è solo la principale manifestazione dell'industria elettronica a livello europeo, ma è ormai diventata un riferimento anche a livello mondiale, come dimostra il numero elevato di espositori e visitatori provenienti sia dal continente americano che dai Paesi asiatici. Credo che oggi la sfida più importante da affrontare sia quella legata alla situazione economica europea e all'incertezza su quelli che saranno i prossimi mesi. La situazione economica negative potrà quindi impattare in modo negativo sul numero dei visitatori esteri, con budget di viaggio sempre più ridotti. Dal nostro punto di vista non possiamo che lavorare per consolidare ulteriormente la manifestazione e per offrire il massimo grado di qualità attraverso un'offerta sempre più completa di forum e conferenze e una maggior focalizzazione sulle applicazioni.

Pubblica i tuoi commenti