La ripresa dei semiconduttori c’è

MERCATO SEMICONDUTTORI –

Negli ultimi mesi del 2009 i semiconduttori hanno evidenziato interessanti segnali di ripresa. Lo rivelano i dati dell’Esia.

L'andamento del mercato dei semiconduttori in Europa, reso noto dall'Esia (European Semiconductor Industry Association), ha mostrato, finalmente, già a partire dallo scorso autunno, interessanti segnali di ripresa. I dati mostrano che nello scorso settembre in Europa sono stati venduti semiconduttori per 1.829 milioni di euro, pari a un aumento del 7,2% rispetto ad agosto (1.705 milioni di euro). Ciò equivale tuttavia, rispetto al settembre del 2008, a una diminuzione del 21,3%. In agosto la contrazione era stata del 23,6%. Con ciò si può affermare che vi è stata una chiara inversione di tendenza; dal 2000 in poi, quasi in ogni anno il massimo relativo all'anno corrente è stato raggiunto nel mese di novembre, ciò che contribuisce a supportare l'ipotesi che anche negli ultimi mesi del 2009 i fatturati continueranno ad aumentare.

Un ulteriore motivo di ottimismo è dato dal fatto che una simile inversione di tendenza si riscontra anche a livello mondiale, dove i fatturati sono aumentati (in dollari) di almeno l'8%. Solo nelle Americhe l'aumento è stato del 6,2%. In Europa gli aumenti più sensibili si sono avuti nei settori: optoelettronica, sensori, componenti analogici e microprocessori, in cui la crescita ha superato la media mondiale.  Ma anche i componenti logici in generale, dopo mesi di contrazioni, hanno registrato un aumento del loro fatturato pari al 5,1%. Anche a livello mondiale il mercato, a settembre, è risultato in crescita, visto che le vendite sono aumentate, su base mensile, dell'8,2% raggiungendo i 20,639 miliardi di dollari. Questo è stato il settimo mese consecutivo di incrementi. Rispetto al settembre 2008 le vendite sono risultate in calo del 10,1%.

Pubblica i tuoi commenti