In ripresa i chip per la gestione della potenza

Dopo lo sviluppo registrato nel 2013, il mercato dei semiconduttori per la gestione della potenza ha riportato l’anno scorso un’impennata. Nonostante il calo stagionale del 5% cui si è assistito nel quarto trimestre del 2014, il fatturato globale di questi prodotti si è innalzato di circa il 7%, secondo quanto pubblicato da Ihs Technology. Inoltre, sembra che la domanda sia stata particolarmente decisa per quel che concerne i semiconduttori power per l’automotive e l’industriale, a motivo dell’aumento della richiesta di tali prodotti nel powertrain, nell’infotainment e nelle applicazioni destinate agli Adas (Advanced Driver Assistance System); per quanto riguarda l’industriale, le applicazioni che più hanno contribuito allo sviluppo del settore sono state quelle per il controllo delle abitazioni, l’automazione e la generazione e distribuzione dell’energia. Anche altri mercati finali ­– quali il consumer, l’ambito del processamento dei dati, le comunicazioni con e senza fili – hanno d’altro canto registrato nel 2014 un aumento nella domanda di chip power. Quanto alle aree geografiche, si osserva come gli Stati uniti e la Cina abbiano rappresentato per questo settore, durante l’anno passato, i mercati più rilevanti: nel 2014, una quota pari al 30% di tutti i semiconduttori per la gestione del power è stata destinata alla Cina, a causa dell’alta concentrazione di Oem di cellulari e di elettronica consumer.

Pubblica i tuoi commenti