In Cina nasce un laboratorio per la sicurezza IoT

Nell'era dell'Internet of Things molte energia vanno concentrate sulla prevenzione degli accessi non autorizzati. Per questo motivo, insieme ad alcuni partner, Infineon ha dato vita in Cina, a Beijing, all'Open Laboratory for Smart Home Interconnection Security. Infineon è l'unica società del laboratorio a non essere cinese. Le altre sono Midea, Huawei Consumer, Tencent e Cesi, l'istituto cinese per gli standard elettronici controllato dal ministero dell'Industria e dell'Information Technology. L'obiettivo comune è sviluppare tecnologie di sicurezza per gli apparecchi della casa intelligente che vengono prodotti e utilizzati in Cina.

Pubblica i tuoi commenti