Il Settimo Programma Quadro

RICERCA –

Tutto quello che c’è da sapere sui programmi di ricerca dell’Unione Europea.


Cosa sono i Programmi Quadro?

Rappresentano i principali strumenti finanziari dell'Unione europea per incentivare le attività di ricerca e sviluppo che concernono quasi tutte le discipline scientifiche; sono proposti della Commissione Europea e adottati dal Consiglio e dal Parlamento Europeo.

Qual è l'obiettivo del 7PQ?
Il 7PQ si propone di incentivare la spesa nazionale in materia di ricerca affinché lo sforzo dell'Europa nel settore della ricerca raggiunga il 3% del Pil. Questo rispecchia l'importanza del rilancio della ricerca nell'ambito strategia di Lisbona che mira a rendere l'economia della conoscenza europea la più competitiva e dinamica del mondo.

Quanto dura il 7PQ?
Il 7PQ dura sette anni; è operativo dal 1° gennaio 2007 e si concluderà nel 2013.

A quanto ammonta lo stanziamento globale per il 7PQ?
Per il 7PQ è stato proposto uno stanziamento globale di 50,5 miliardi di euro per il periodo 2007 - 2013 che rappresenta una volta e mezzo il bilancio del 6PQ.

Come è strutturato il 7PQ?
È strutturato in quattro programmi che corrispondono ai quattro elementi di base della ricerca europea:
- Cooperazione - Incentiva tutte le attività di ricerca svolte in cooperazione transnazionale, dai progetti in collaborazione e dalle reti fino al coordinamento dei programmi di ricerca nazionali
- Idee - Promuove il dinamismo, la creatività e l'eccellenza della ricerca europea in tutti i campi scientifici e tecnologici
- Persone - Rafforzamento quantitativo e qualitativo delle risorse umane nella ricerca e nella tecnologia in Europa
- Capacità - Appoggiare le infrastrutture di ricerca, la ricerca a vantaggio delle Pmi e il potenziale di ricerca delle regioni europee, e costruire una società europea della conoscenza efficace e democratica.

Quali temi sono stati individuati per il 7PQ?
I nove temi di alto livello proposti per l'azione dell'UE sono:
Salute; Prodotti alimentari, agricoltura, biotecnologia; Tecnologie dell'informazione e della comunicazione; Nanoscienze, nanotecnologie, materiali e nuove tecnologie di produzione; Energia; Ambiente; Trasporto; Scienze socioeconomiche e umanistiche; Spazio e sicurezza.

Quali sono le differenze tra il 7PQ e i precedenti PQ?
I nuovi elementi del 7°PQ comprendono:
- l'enfasi sui temi di ricerca piuttosto che sugli «strumenti»
- una notevole semplificazione del suo funzionamento
- l'attenzione per lo sviluppo della ricerca che soddisfi le necessità dell'industria europea, attraverso il lavoro delle Piattaforme tecnologiche e delle nuove Iniziative tecnologiche congiunte
- la creazione di un Consiglio europeo della ricerca per finanziare la migliore scienza europea
- l'integrazione della Cooperazione internazionale in tutti e quattro i programmi
- lo sviluppo delle Regioni della conoscenza e
- un meccanismo finanziario di condivisione del rischio per promuovere gli investimenti privati nella ricerca.

Cosa sono le piattaforme tecnologiche?
Sono state istituite con lo scopo di riunire aziende, istituti di ricerca, mondo finanziario e autorità di regolamentazione attorno ad un unico tavolo di discussione guidato dal mondo industriale al fine di definire un'agenda comune di ricerca. L'obiettivo è di creare una leadership industriale globale dell'Unione Europea nel campo della ricerca.

Cosa sono le Iniziative Tecnologiche Congiunte?
Servono alla costituzione di partenariati a lungo termine tra pubblico e privati e costituiscono il principale strumento del 7PQ per avvicinare la ricerca all'industria. Sono sviluppate in ambiti ristretti e solo dove l'entità delle risorse necessarie giustifica l'istituzione di partenariati pubblico - privati. Ad oggi tra le ITC selezionate nel settore della tecnologia elettronica ci sono: Nanoelectronics Technologies 2020, ed Embedded Computing Systems.

Pubblica i tuoi commenti