Ben posizionata per nuove sfide

STRATEGIE –

Stabilità finanziaria, mercati chiave e risorse tecniche d’eccezione sono i punti di forza che dovrebbero permettere a Vishay di mantenere le proprie posizioni sul mercato.

Il contesto in cui si muove Vishay, affermata realtà nel campo dei componenti passivi e dei semiconduttori discreti, è caratterizzato da una forte dinamicità, e la sua consolidata presenza in numerosi mercati le assicura la necessaria stabilità per vincere le grandi sfide poste dall'attuale mercato elettronico. La società può contare infatti su basi finanziarie sicure, risultato di un'attenta politica fiscale e di un rigido controllo sulle spese. Vishay offre ai propri clienti tutti i vantaggi di un vastissimo catalogo che comprende sia prodotti standard che componenti specifici, mentre il suo servizio di assistenza si concretizza in un supporto a tutto campo alla soluzione di problemi tecnici. "A partire dalla crisi globale del 2008/2009, le oscillazioni economiche iniziarono a diventare sempre più frequenti e dannose, ponendo ogni settore industriale di fronte a nuove e continue sfide” ha affermato Gerald Paul, Presidente e Ceo di Vishay in occasione di una conferenza stampa tenuta a electronica 2012. “Nonostante questo, siamo convinti che il mercato dell'elettronica continuerà a crescere: l'esperienza mostra che ad ogni improvvisa caduta della domanda segue sempre una rapida risalita. La nostra azienda, grazie all'offerta di prodotti sofisticati e innovativi, ha sempre dimostrato di possedere capacità di reazione e flessibilità che le assicurano, ancora oggi, un'ottima posizione all'interno del mercato globale". Secondo Gerald Paul, le maggiori opportunità di crescita per Vishay sono oggi da ricercarsi nel settore della mobilità, della sostenibilità e del networking, e per questo l'azienda sta investendo in ulteriori risorse tecniche, nello sviluppo di nuovi prodotti e nella ricerca. Senza trascurare la possibile acquisizione di società di nicchia.

Risorse tecniche avanzate e acquisizioni strategiche
Accelerare lo sviluppo di prodotti e di tecnologie, oltre a garantire la loro disponibilità nei settori più importanti, significa avere una maggiore penetrazione nel mercato. Per questo, dalla fine del 2009, Vishay ha deciso di incrementare del 15% le risorse destinate alla ricerca e sviluppo, ed è determinata a proseguire con questa strategia anche in periodi di crisi, pur congelando tutti gli altri costi fissi. Una squadra più numerosa di venditori tecnici potrà infatti, secondo il management dell'azienda, meglio promuovere i progetti in collaborazione con i clienti, mentre un'ingegneria potenziata potrà supportare lo sviluppo di nuovi prodotti per i mercati più influenti. Uno strumento per espandere ulteriormente le proprie linee di prodotti è rappresentato, secondo Vishay, anche dalle acquisizioni strategiche di realtà che operano in settori di nicchia, in grado quindi di offrire prodotti di qualità e buone prospettive di crescita. Anche in questo ambito, Vishay si è imposta il raggiungimento di obiettivi molto ambiziosi: le acquisizioni devono iniziare a portare utili entro dodici mesi e il ritorno dell'intero capitale investito, più le spese di ristrutturazione, deve avvenire non oltre gli otto anni.

Mobilità, sostenibilità e connettività
Il settore della mobilità a cui Vishay punta è quello dei veicoli leggeri, bus e treni. A causa del rialzo del prezzo dei carburanti e delle normative più severe in termini di tutela dell'ambiente, l'industria dei trasporti è obbligata a sviluppare strategie verso gruppi di trazione innovativi ed energie alternative. L'utilizzo di motori elettrici in combinazione con quelli tradizionali a combustione all'interno di veicoli ibridi è ormai una tecnologia consolidata, mentre i veicoli esclusivamente elettrici per spostamenti a breve distanza, costituiscono ancora un mercato limitato. Al fine di migliorare l'efficienza, la sfida di oggi è quella di realizzare sistemi a doppia tensione in grado di gestire servosterzo, recupero d'energia, raffreddamento dei motori consentendo anche una ulteriore riduzione del peso dei veicoli. Con il termine sostenibilità Vishay si riferisce ai componenti utili alla creazione e alla distribuzione di energie alternative come inverter, apparecchiature per il power conditioning e sistemi di immagazzinamento energetico per generatori eolici, sistemi fotovoltaici, energy harvesting e recupero di energia. La sostenibilità comprende anche le tecnologie alternative per il trasporto dell'energia, come linee ad alta tensione in continua, la distribuzione e il risparmio energetico, tramite reti e misure intelligenti. Include anche lo sviluppo di alimentatori a maggiore efficienza e la riduzione del consumo in stand-by, oltre a sistemi di backup per fronteggiare situazioni di picchi e buchi di potenza, che stanno diventando sempre più importanti per una moderna gestione e produzione dell'energia. Infine la connettività, una componente caratteristica della società moderna, riguarda apparecchiature leggere, ultracompatte e sempre connesse come tablet, smartphone e ultrabook, che possono essere comandate dall'utente con il tocco di un dito, con la semplice vicinanza o con gestualità divenute ormai usuali, e a cui si richiede una lunga durata delle batterie. Per connettere tutti questi dispositivi, è necessario installare cavi ad alta velocità e reti wireless di ultima generazione, disporre di enormi spazi di memoria e di molta potenza per alimentare i server dei servizi “cloud”. Tutto ciò impone che progettisti e fornitori di componentistica tengano sempre come fattori prioritari il consumo energetico e l'efficienza di tali sistemi. Nell'argomento “connettività”, possono rientrare anche i recenti sistemi di pagamento wireless a distanza ravvicinata. Infine, per evitare l'utilizzo eccessivo di caricabatterie portatili, occorre adottare sistemi di ricarica più rapidi, efficienti e universali, come Usb o wireless.

Tecnologie e prodotti
Per quanto riguarda infine gli sviluppi di nuovi prodotti, Vishay sta puntando nell'area dei semiconduttori discreti su una nuova serie di Mosfet in tecnologia TrenchFet di quarta generazione, che diminuiscono ulteriormente la on-resitance e le cariche capacitive, diventando così ideali per applicazioni ad alta efficienza e dispositivi di comunicazione compatti. Per le telecomunicazioni e i grandi sistemi affamati di energia Vishay propone la nuova generazione di Mosfet ThunderFet tra i 40 e i 150 V con una bassissima figura di merito e una bassa on-resistance. Derivati da queste tecnologie sono anche i dispositivi per le applicazioni automotive qualificati AEC-Q101 a 40 V con capacità fino a 200 A. Nell'ambito della componentistica passiva Vishay ha lanciato un induttore di potenza realizzato in tecnologia, indicato per applicazioni automotive dove può operare con temperature ambiente fino a 150°C La società sta anche espandendo la propria offerta di trasformatori per indirizzare le richieste di inverter ad alta potenza e delle applicazioni medicali. Nell'area dei resistori Vishay sta estendendo la sua offerta di resistori shunt ad alta tensione per applicazioni di metering e di gestione batterie, integrando conversione A/D e connettori. La società ha anche recentemente lanciato un condensatore al tantalio high-energy per applicazioni medicali impiantabili.

Pubblica i tuoi commenti