50 anni di electronica, guardando al futuro

LA PAROLA A… ANKE ODOULI –

Nel 2014 il salone internazionale di componenti, sistemi e applicazioni di elettronica festeggia il cinquantesimo anniversario. Dal 1964 electronica anticipa gli sviluppi futuri del settore e offre una panoramica a 360 gradi dell’industria mondiale.

Non vi è ombra di dubbio che electronica sia il principale salone mondiale dedicato ai componenti, ai sistemi e alle applicazioni dell'elettronica. La manifestazione, che si svolge dal 1964 ogni due anni a Monaco di Baviera e presenta le ultime innovazioni nell'intero comparto dell'elettronica, costituisce sicuramente l'appuntamento internazionale più importante per il settore, grazie anche alla presenza di un programma collaterale di conferenze e tavole rotonde alle quali partecipa un pubblico internazionale altamente qualificato. La manifestazione è organizzata da Messe München che, con i suoi circa 40 saloni dedicati a beni di investimento, beni di consumo e alle nuove tecnologie nella sola piazza di Monaco di Baviera, è uno dei principali organizzatori fieristici al mondo. Responsabile di Messe München per tutte le attività legate a electronica è Anke Odouli, Project Manager di electronica, che abbiamo incontrato durante il tour ufficiale di presentazione, partito proprio da Milano, per capire le novità di questa edizione che si terrà dall'11 al 14 novembre.

Electronica compie quest'anno 50 anni. Ci può ripercorrere la storia del salone?

Cinquant'anni fa, contestualmente alla nascita dell'ente fieristico di Monaco di
Baviera, iniziava anche la storia di successo di electronica. Dal 1964 espositori e visitatori tedeschi e stranieri hanno letteralmente invaso i padiglioni del centro espositivo. Nato per iniziativa di alcune aziende americane, in breve tempo il salone è diventato il principale appuntamento dell'industria elettronica. Ormai da molti decenni, nessun altro evento offre una panoramica altrettanto esaustiva del mercato e dell'offerta dell'industria elettronica, dai componenti ai sistemi, dalle applicazioni ai servizi. Le tecnologie e le innovazioni più importanti degli ultimi 50 anni, come ad esempio il microchip, sono partite proprio da qui.

Avete organizzato eventi particolari per il festeggiamento?

Sarò felice di festeggiare mezzo secolo di electronica insieme ai nostri
espositori, visitatori e partner. In occasione dell'anniversario stiamo
organizzando diversi eventi e iniziative che, oltre a farci rivivere i momenti più
importanti della nostra storia, ci proietteranno nei prossimi 50 anni. L'elettronica
è parte integrante della nostra vita quotidiana. A novembre, gli espositori del
salone mostreranno ancora una volta le tecnologie che caratterizzeranno il
futuro della società.

Cosa vi aspettate dalla prossima edizione al settore?
Da cinque decenni electronica è il punto d'incontro dell'industria elettronica
mondiale, dove i decision-maker possono avere una panoramica completa del
mercato, avviare nuove relazioni commerciali e consolidare la rete di contatti
personali. Questo tipo di offerta si trova solo a Monaco di Baviera. Quest'anno
ci aspettiamo circa 2.700 espositori da tutto il mondo. Da molti anni queste
aziende contribuiscono al successo di electronica, facendone il luogo in cui si
decide il futuro del settore e si possono risolvere già oggi le sfide di domani.

Parlando di numeri, quali sono stati i risultati della scorsa edizione e cosa vi attendete per questa?

A electronica 2012 hanno partecipato 73.051 visitatori provenienti da 79 diversi Paesi del mondo e 2.669 espositori, su un'area di 142.500 metri quadrati.
Nel 2012 quasi la metà dei visitatori e il 63% degli espositori erano giunti dall'estero.
Quest'anno saranno circa 2.700 gli espositori da tutto il mondo che presenteranno in fiera prodotti e servizi. Per quanto riguarda nello specifico gli espositori italiani per questa edizione i numeri sono ad oggi stabili sugli stessi valori dello scorso anno, con oltre 70 aziende italiani che hanno già confermato la propria presenza, mentre anche quest'anno la presenza di visitatori italiani dovrebbe essere tra le più importanti.

Quali saranno i temi centrali della manifestazione?

In occasione del suo cinquantesimo compleanno, il salone electronica sarà ancora una volta una vetrina privilegiata per il settore e una piattaforma per lo scambio di competenze e informazioni fra i protagonisti del settore. Con la sua formula costruita sui tre "pilastri" di esposizione, conferenze ed eventi collaterali, electronica fornirà anche quest'anno informazioni aggiornate su tecnologie, prodotti, servizi e tendenze del settore. Dall'11 al 14 novembre 2014 gli operatori potranno aggiornarsi su tutta la gamma di prodotti e servizi di elettronica, dai componenti ai sistemi, dalle applicazioni ai servizi. Le tematiche principali della prossima edizione saranno l'industria automobilistica, i sistemi embedded, l'elettronica medicale e l'illuminazione, oltre ai temi trasversali della sicurezza e dell'efficienza energetica. Ulteriori approfondimenti verranno offerti nel programma convegnistico e nei forum.
Dunque un ricco programma di conferenze e forum…
All'interno dei padiglioni, diversi forum favoriranno il dialogo e l'interazione fra gli operatori. I contenuti dei forum (automotive, embedded, electronica ed exhibitor Forum, ai quali si aggiunge il Pcb & Components Market Place) sono orientati alle applicazioni pratiche e offrono ai visitatori l'opportunità di aggiornarsi su problematiche presenti e future. I temi verranno ulteriormente approfonditi nel programma convegnistico di electronica.

Quali eventi state preparando per gli operatori in visita a electronica 2014?

Abbiamo un ricco programma di conferenze e forum che offre aspetti
interessanti per tutte le categorie di operatori. Nel Centro Congressi Internazionale annesso al quartiere fieristico, il 10 novembre si svolgerà electronica automotive conference, patrocinata da Zvei. La conferenza illustrerà le principali tendenze e le strategie tecnologiche dell'industria automobilistica mondiale. Fra i relatori ci saranno rappresentanti di Audi, Bmw, Daimler, Freescale, Infineon, Intel, Osram, Renesas e Visteon. Quest'anno i temi chiave in agenda saranno Lighting, Sensor Fusion e Connectivity. Un'altra iniziativa di sciuro interesse è la embedded platforms conference, che torna per la seconda volta a parlare di nuove tecnologie, soluzioni concrete e servizi per lo sviluppo di sistemi embedded, dove gli sviluppatori si potranno aggiornare sugli ecosistemi hardware e software per le loro soluzioni. La conferenza si svolge il 12 e il 13 novembre in contemporanea con electronica presso il centro stampa all'ingresso Est del quartiere fieristico. Un altro momento importante è il Wireless Congress: Systems & Applications, organizzato dalla rivista specializzata "Elektronik", da Zvei e da electronica, in cui gli esperti del settore discuteranno degli aspetti tecnici delle tecnologie wireless presenti e future, soprattutto per impieghi industriali. L'evento si svolgerà il 12 e 13 novembre nel Centro Congressi Internazionale.

Quale evento o iniziativa attende con più interesse?

Uno dei miei momenti preferiti è la Ceo Round Table che si terrà il primo giorno. I
protagonisti del business internazionale dibatteranno all'interno di electronica
Forum del tema “Internet of Things: opportunità, sfide e la questione della
sicurezza”. E non vedo l'ora, insieme a tutti gli espositori, i visitatori e i nostri
partner, di festeggiare i prima cinquant'anni di electronica, con un paio di
chicche che per ora non voglio svelare.

I dati del mercato sembrano confermare il vostro entusiasmo…

Secondo le stime dell'associazione tedesca dell'industria elettrotecnica ed elettronica Zvei, il mercato mondiale dei prodotti elettronici ed elettrotecnici è cresciuto lo scorso anno del 3%, arrivando a circa 3.600 miliardi di Euro. La crescita è guidata principalmente dai mercati asiatico e americano, ma ne beneficia anche l'industria elettronica tedesca: nel primo trimestre del 2014, gli ordinativi sono aumentati del 2,2% rispetto all'anno scorso. electronica 2014 parte quindi sotto buoni auspici.

Pubblica i tuoi commenti