4,9 miliardi di “cose” connesse per quest’anno

Secondo i calcoli di Gartner, sembra che quest’anno ci saranno 4,9 miliardi di prodotti connessi in uso, ossia il 30% in più rispetto all’anno scorso, e che nel 2020 ce ne saranno 25 miliardi. L’IoT (Internet of Things) è divenuto una forza trainante per la trasformazione di questo ambito, e il suo impatto dirompente sarà avvertito i tutti i settori industriali e sociali; la rapida espansione dell’IoT, infatti, aumenterà la portata del suo influsso, dal punto di vista economico, poiché i consumatori, gli affari, le autorità politiche, gli ospedali e molte altre entità troveranno in esso nuovi modi per sfruttare la tecnologia e le sue potenzialità. Quest’anno, dunque, l’IoT contribuirà a una spesa in servizi che ammonterà complessivamente a 69,5 miliardi di dollari, e a 263 miliardi nel 2020. Le applicazioni di tipo consumer, poi, risulteranno determinanti all’interno del numero degli oggetti connessi (in questo settore, infatti, saranno utilizzati 2,9 miliardi di prodotti connessi nel 2015, e oltre 13 miliardi nel 2020), mentre al mondo dell’impresa verrà addebitata la maggior parte del fatturato. Il settore dell’automotive, poi, mostrerà quest’anno il più veloce ritmo di crescita, poiché si amplierà a un tasso del 96%. Dal punto di vista dell’industria, la produzione, le utility e I trasporti rappresenteranno i tre ambiti verticali che si avvarranno quest’anno dell’IoT, e insieme totalizzeranno 736 milioni di oggetti connessi in uso; entro il 2020, questo ordine risulterà modificato, perché al primo posto si attesteranno le utility, seguite dalle attività produttive e dall’ambito del governo, totalizzando 1,7 miliardi di unità IoT installate. Prodotti connessi, quali machine per la riproduzione vocale automatica e per il check-in aereo, esistevano già; ma adesso nuovi dispositivi e molti oggetti ordinari vengono anche reinventati con capacità di rilevamento, calcolo e comunicazione digitale. Questa funzionalità garantisce a entrambi i tipi di oggetti – i nuovi e i vecchi – una "voce digitale", oltre alla capacità di generare e fornire un flusso di informazioni che riflette il loro stato e quello dell’ambiente a loro circostante.

Pubblica i tuoi commenti