Quando il distributore strizza l’occhio al progettista

Per un distributore di componenti elettronici, avere l'ambizione di diventare "la realtà di progettazione preferita dagli ingegneri", è sicuramente un fatto inusuale. Il proposito è forte ma evidentemente si fonda su solide basi e su una strategia che tende a fare leva su un nuovo modo di fare distribuzione, sfruttando degli asset che possano veramente fare la differenza. È il caso di Mouser Electronics, sussidiaria di TTI e consociata del gruppo Berkshire Hathaway, corporate globale che annovera nel board personaggi del calibro di Warren Buffett e Bill Gates.

 

Numeri interessanti

Definire Mouser un "semplice" distributore di semiconduttori e componenti elettronici è francamente un po' riduttivo. Attraverso il suo sito e i suoi colossali cataloghi, la società presenta oggi più 4 milioni di prodotti di oltre 500 produttori, consegnando in tutto il mondo dalla propria sede di 45.000 metri quadrati a sud di Dallas, Texas, a oltre 400.000 clienti sparsi in 170 paesi. Numeri importanti, che hanno sostenuto negli ultimi anni una crescita indubbiamente "di successo", con un trend senza precedenti. Un trend destinato a essere confermato anche nel 2014. Mark Burr-Lonnon, vice president Europa e Asia, ha recentemente presentato i risultati della società, sottolineando come l'incremento del 30% dei livelli generali di attività rispetto al 2013 abbia permesso di inanellare record su record. Sebbene le crescite siano impressionanti in ogni regione, l'area Emea si colloca al vertice, incassando un aumento delle vendite pari al 41%, contro il 35% dell'Asia e il 20% delle Americhe. La regione Emea rappresenta oggi più del 27% del business globale Mouser e continua conquistare peso mese dopo mese. "L'aspetto più incoraggiante - ha sottolineato Burr-Lonnon - è che tutte le regioni si stanno rafforzando, al punto che per l'ultimo trimestre dell'anno prevediamo grandi risultati". Fornendo un resoconto analitico dei dati europei, Burr-Lonnon ha aggiunto alcuni numeri interessanti. "La Germania, che è già il nostro paese più forte, sta crescendo del 50%, seguita da Italia (44%), Regno Unito (40%) e Francia (38%). Anche la Scandinavia segnala una crescita eccellente (38%)".

 

Un’attività vivace

Visto che Mouser è focalizzata non tanto sulle grandi forniture per le produzioni già avviate quanto sui piccoli volumi legati a iniziative nascenti, questi incrementi sono sintomatici di un'attività di sviluppo piuttosto vivace nel settore dell'elettronica che suggerisce un volume di affari significativo per il futuro, anche se alcuni progetti si sposteranno inevitabilmente in Asia nel momento in cui andranno in produzione. Il contributo maggiore arriva dal settore dei semiconduttori, con un aumento delle vendite del 41%: un ruolo importante lo giocano anche nuove linee di prodotto targate Analog Devices, Altera, Intel e Broadcom, insieme a brand consolidati come Texas Instruments, Maxim, Microchip e STMicroelectronics, ma anche piccole start-up quali GaN Systems e aziende che operano nel settore degli ambienti di sviluppo, come Arduino, Advantech e Adlink. Come prevedibile per un'azienda che punta ad essere il "distributore dedicato alla progettazione preferito dagli ingegneri", Mouser punta a garantire ai progettisti un accesso immediato alle tecnologie e ai componenti più all'avanguardia. Questa strategia si sviluppa soprattutto su due direttrici: strumenti innovativi e pronta disponibilità a magazzino.

 

Strumenti innovativi

Sul fronte dei servizi Mouser ha annunciato proprio in questi giorni il nuovo tool di progettazione integrata MultiSim Blue, realizzato in collaborazione con National Instruments. "Il lancio di MultiSim Blue – spiega Burr-Lonnon - rappresenta una parte fondamentale del nostro impegno nei confronti della comunità mondiale di progettisti ". Questo potente tool online, disponibile gratuitamente a livello mondiale, utilizza il motore Spice Berkeley e include una libreria precaricata di componenti mutuati dai numerosi database di casa Mouser. Oltre all'integrazione con l'ambiente NI, una delle caratteristiche più interessanti di MultiSim Blue è la possibilità di redigere con pochi click la distinta materiali partendo direttamente dal Pcb. Il tool prepara la lista materiali garantendo il costante allineamento con i database e della logistica interna. Il collegamento diretto con il sito di e-commerce di Mouser permette di avere in tempo reale la computazione dei prezzi, passando direttamente al carrello e quindi all'acquisto. Il tool fornisce anche le segnalazioni di prodotti mancanti, in esaurimento o in alternativa. Sul fronte strettamente progettuale, lo strumento supporta l'analisi di convergenza delle fasi di cattura, simulazione (anche a segnali misti) e layout, gestendo componenti complessi come Bga con oltre 1000 pin. MultiSIM Blue fornisce inoltre la visualizzazione 3D del Pcb senza limiti in termini di forma e dimensioni, consentendo in questo modo una progettazione innovativa e interdisciplinare. Nel complesso l'ambiente offre numerose funzionalità: supporta i sistemi operativi della piattaforma Windows XP, 7, 8, e Vista; utilizza una libreria incorporata con oltre 100.000 componenti, inclusi quelli autorizzati da Mouser, aggiornata in tempo reale; il layout da 0,8 mm consente la progettazione con componenti ad alta densità, mentre la funzione di layout del circuito stampato è compatibile con i formati di output standard. MultiSim Blue utilizza ovviamente le stesse tecnologie di analisi delle simulazioni impiegate nel software MultiSim di National Insruments. Inoltre, è supportato da BSIM e da altre funzioni avanzate per la simulazione funzionale continua e user-friendly di circuiti lineari, uno strumento indispensabile per i progettisti. MultiSim Blue rappresenta la punta di diamante di un ecosistema web in costante evoluzione, e i cui contenuti di alto livello mirano a catturare attraverso la rete nuovi visitatori. Il perché è semplice.

 

Un ecosistema web in evoluzione

Mediamente sul sito atterrano oltre 205.000 visitatori al giorno, per un totale di 19.000 ore di navigazione e di 14,7 milioni di prodotti visualizzati. Oltre l'82% di tutti i nuovi clienti arriva a Mouser tramite il web mentre il 50% delle vendite dell'azienda (e il 69% delle linee d'ordine totali) è costituito da transazioni online. Per queste ragioni Mouser è alla costante ricerca di nuove modalità per differenziare la sua presenza in rete, aggiungendo sempre nuove funzionalità e nuovi contenuti soprattutto per un pubblico ingegneristico. Esempi concreti di questo sforzo sono la sezione Applications and Technologies - sempre aggiornata con nuove idee e materiale per la progettazione - ma anche i micrositi tematici, dove i contributi più recenti sono dedicati all'infotainment per il settore automotive, alla digital radio, alla telefonia IP, alle schede ottiche e ai moduli. Altro esempio concreto dell'impegno profuso da Mouser su canale online è la pressante attività di e-marketing: nel 2013, solo in Europa, la società ha inviato più di 11,2 milioni di email a 500.000 ingegneri, con 16 newsletter verticali focalizzate in funzione del tipo di target. Se gli strumenti a valore aggiunto rappresentano un elemento concreto essenziale per diventare "la realtà di progettazione preferita dagli ingegneri", sul fronte opposto "la disponibilità a magazzino è tutto", come ha sottolineato Burr-Lonnon. "Abbiamo in casa i nuovi componenti lo stesso giorno in cui vengono lanciati dai rispettivi produttori", dice, evidenziando come "la maggior parte dei distributori si vanta di non avere magazzino… ma a differenza dei distributori in volumi, il nostro modello di business richiede di avere i prodotti subito disponibili perché i clienti possano acquistarli". Anche in questo senso i numeri sono rilevanti. In quattro anni Mouser ha aumentato il valore dell'inventario di 200 milioni di dollari, introducendo ben 238.000 nuovi codici. "Tutte queste attività sono supportate dai nostri uffici vendita locali", ha concluso Burr-Lonnon. "In Europa i nostri collaboratori che operano in nove filiali stanno riscontrando un successo sorprendente...per questo riteniamo che il 2014 sarà indubbiamente un altro anno record".

Pubblica i tuoi commenti