Opportunità di business in Brasile e Argentina

MERCATO –

Sono sette le aziende italiane del settore elettrotecnico ed elettronico che hanno partecipato a una missione con destinazione Brasile e Argentina, organizzata da Anie Confindustria.

Sono sette le aziende italiane del settore elettrotecnico ed elettronico che nei giorni scorsi hanno partecipato a un’importante missione con destinazione Brasile e Argentina, organizzata da Anie Confindustria. Con una crescita di circa 5 punti percentuali, nel 2012 le esportazioni italiane verso il Brasile hanno raggiunto i 5 miliardi di euro.

Nel dettaglio, i comparti dell’elettrotecnica italiana che hanno generato più esportazioni verso il Brasile nel 2012 sono stati la produzione, distribuzione e trasmissione di energia (94,4 milioni di euro), i cavi (69,4 milioni di euro) e i trasporti ferroviari ed elettrificati (36,2 milioni di euro). Per quanto riguarda l’industria elettronica, sono prevalenti le esportazioni dall’Italia verso il Brasile di tecnologie di automazione e misura (83,5 milioni di euro), Ict (38,6 milioni di euro) e di componenti elettronici (15,1 milioni di euro).

Per quanto riguarda l'Argentina, con un calo di sei punti percentuali rispetto al 2011, le esportazioni italiane verso il mercato argentino hanno superato il miliardo di Euro. Secondo le previsioni 2013 il trend dovrebbe ritornare positivo con una robusta crescita a doppia cifra e superiore ai dieci punti percentuali. In particolare, i comparti dell’elettrotecnica italiana che hanno generato più esportazioni verso l’Argentina nel 2012 sono stati la produzione, distribuzione e trasmissione di energia (30,1 milioni di euro), gli apparecchi domestici e professionali (13,7 milioni di euro) e i cavi (10,7 milioni di euro). Per quanto riguarda l’industria elettronica, sono prevalenti le esportazioni dall’Italia di apparecchi di automazione e misura (17,8 milioni di euro), Ict (5,6 milioni di euro) e di sicurezza e automazione edifici (1,3 milioni di euro).

Pubblica i tuoi commenti