Darton guarda all’Europa

Un fatturato consolidato di oltre 17 milioni di euro, 24 persone operative a supporto di oltre 1.200 clienti, un sito web strutturato per l’e-commerce, due sedi sul territorio italiano. Questi dati bastano a comprendere le potenzialità di Darton, società fondata nel 1982 e da 12 anni guidata da Francesco Mongiardo e Riccardo Balconi, che negli anni ha registrato crescite importanti e che oggi si può porre obiettivi ancora più ambiziosi. “Negli ultimi anni ci siamo consolidati, e oggi ci proponiamo con una struttura solida e adeguata a sostenere le crescite future che certamente ci saranno, per realizzare i 20 milioni di euro di fatturato che ci siamo posti come obiettivo nel prossimo biennio” ci conferma Mongiardo. “Abbiamo riportato crescite importanti, qualche anno anche superiore al 20%. E anche il 2018 è iniziato con le migliori prospettive, confermato da ordini consistenti. Il mercato sta rispondendo bene, anche se oggi è sempre più difficile riuscire ad analizzare la situazione e a fare le adeguate pianificazioni”. Il rapporto storico con alcuni fornitori, e la continua ricerca di nuove opportunità hanno portato Darton ad aumentare negli anni la propria presenza sul mercato: “Stiamo continuando ad aumentare le nostre share sul mercato, grazie anche al supporto che ci danno i fornitori storici come Molex e Murata, di cui siamo in Italia rispettivamente primo e secondo distributore, e grazie anche a nuovi fornitori che puntano su di noi per aumentare la loro presenza sul mercato” ci spiega ancora. In quest’ottica rientra anche il recente accordo, concluso alla fine del 2017, con Tokyo Parts Industrial, che permetterà a Darton di approciare nuovi clienti in nuovi mercati.

Dal Giappone componenti passivi di qualità

Fondata in Giappone nel 1959, Tokyo Parts Industrial è da quasi 60 anni impegnata nella produzione di componentistica elettronica di elevata qualità, affidabile e ad alte prestazioni. Oltre a essere un riferimento in ambito automotive, con la fornitura di componenti e sistemi ai principali produttori automobilistici, e nel settore dei motori per equipaggiamenti industriali, fornisce anche una vasta gamma di componenti passivi per applicazioni nei settori dell’energia, della salute, dell’industria e dell’Internet of Things. In un’ottica di ampliamento sui mercati europei Tokyo ha scelto Darton come partner di riferimento per la distribuzione in esclusiva sul mercato italiano dei prodotti realizzati dalla divisione “Coil & Transformer”. Tale reparto sviluppa prodotti che possono essere applicati trasversalmente in una miriade di applicazioni: automotive, industrial automation, apparecchiature AV, dispositivi di illuminazione, macchine da gioco, apparecchiature di comunicazione. Darton è già strutturata per approcciare i mercati esteri con persone dedicate e in questa prima fase punterà su alcune specifiche famiglie di prodotto come i filtri di linea (prodotti questi che provengono dalla dismissione delle attività produttive di Murata che sono state cedute a Tokyo), le bobine di arresto e i trasformatori di commutazione, per poi ampliare il suo intervento su tutta la gamma di prodotto. E in quest’ottica di forte espansione, che avverrà oltre che in Italia soprattutto sui mercati internazionali come Germania e Paesi dell’Est Europa, è già stato dedicato un product manager che si occuperà della promozione di queste linee di prodotto.

Pubblica i tuoi commenti