Con Wind River per esplorare Marte

AEROSPAZIALE –

Wind River ha collaborato con la Nasa per la creazione di Curiosity, la sonda robotizzata interplanetaria atterrata su Marte il 6 agosto scorso.

Atterrata su Marte il 6 agosto scorso alle 22.31 (fuso orario del Pacifico), ossia alle 07.31 dell'ora italiana, Curiosity è la più complessa sonda robotizzata interplanetaria mai realizzata, basata sul Rtos (Real-Time Operating System) VxWorks di Wind River. Tale sistema ha gestito infatti l'intera sequenza Edl (Entry, Descent and Landing) - i “sette minuti di terrore”, per il livello di precisione richiesto per sopravvivere - e contribuisce inoltre all'esecuzione delle operazioni al suolo e della raccolta dei dati, come pure alla gestione delle comunicazioni con la Terra. Wind River, d'altra parte, vanta una consolidata tradizione di collaborazione con il Jpl (Jet Propulsion Laboratory) della Nasa, a partire dal progetto del 1994, quando VxWorks venne lanciato nello spazio entro la sonda Clementine Moon, cui seguì la missione Mars Pathfinder, che fece di VxWorks il primo sistema operativo commerciale arrivato su Marte.

Pubblica i tuoi commenti