5G e IoT stimolano la crescita del T&M

Le costose apparecchiature elettroniche per test e misure utilizzate in applicazioni di ricerca e sviluppo rappresentano quasi il 50% delle entrate totali del mercato, derivanti da strumenti con un prezzo superiore ai 50.000 dollari. La rapida evoluzione verso frequenze più alte e larghezza di banda di modulazione più ampia, insieme all’avvento di tecnologie come il 5G, sta creando opportunità di crescita per le apparecchiature di prova avanzate. Una recente analisi di Frost & Sullivan rileva che il mercato delle apparecchiature di prova elettroniche rivolte ai progettisti ha prodotto entrate per 1,99 miliardi di dollari nel 2015 e stima che questa cifra raggiungerà quota 2,36 miliardi di dollari nel 2021. “Le tecnologie come il 5G e le frequenze più alte richieste nel settore aerospaziale e della difesa e per i radar automobilistici si tradurranno in un cambiamento drastico nei segmenti relativi a generatori di segnali, analizzatori di segnali, analizzatori di rete e misuratori di potenza all’interno del mercato delle apparecchiature di prova elettroniche”, afferma Jessy Cavazos, del gruppo Test e Misure di Frost & Sullivan. “Attualmente, la maggior parte delle entrate relative a questi segmenti proviene dalle frequenze inferiori a 6 GHz. In futuro, una percentuale molto maggiore delle entrate deriverà dalle frequenze superiori a 26,5 GHz.” Le principali opportunità emergeranno dai segmenti dei test digitali a radio frequenze, a microonde e ad alta velocità. Saranno necessari più generatori di segnali che generatori di funzioni, e gli analizzatori di segnali assisteranno a una maggiore domanda rispetto agli analizzatori di spettro a causa della loro capacità vettoriale. Nell’ambito dei misuratori di potenza, i segnali complessi guideranno l’adozione dei misuratori di potenza di picco, più che dei misuratori di potenza media. Inoltre, il segmento dell’ampiezza di banda superiore a 60 MHz registrerà entrate significative, poiché le nuove tecnologie richiedono più di 1 GHz di larghezza di banda di modulazione. La mancanza di tecnologie rivoluzionarie nel segmento più ampio degli oscilloscopi, tuttavia, rappresenterà un ostacolo, rendendo il segmento vulnerabile alle tendenze macro-economiche e ai cicli economici della base clienti nei prossimi 3-5 anni. “La crescita nel mercato sarà temperata anche dalla preferenza dei clienti per gli aggiornamenti software, il noleggio e il leasing delle apparecchiature e l’affermarsi di nuovi modelli di business”, aggiunge Cavazos. “I progettisti cercano inoltre di avere le migliori prestazioni possibili in ambito virtuale prima di passare alla prototipazione e ai test. Se da una parte ciò accresce la necessità di una migliore integrazione tra strumenti di simulazione e strumenti di T&M, influenza anche la domanda complessiva.”


 

 

 

Pubblica i tuoi commenti