Un tester tutto-in-uno per reti di trasporto Otn

Marchio storico attivo da oltre 110 anni come fornitore di soluzioni innovative nell’area delle comunicazioni, Anritsu ha recentemente annunciato il lancio del capostipite di una nuova generazione di tester da campo totalmente integrati per reti ottiche. Si tratta del Network Master Pro MT1000A, uno strumento in grado di supportare i tantissimi protocolli di comunicazione imposti dalla convergenza delle reti per telecomunicazioni dell'ultima generazione. Portatile, compatto, completo e di semplice uso, MT1000A Network Master Pro è destinato principalmente ai tecnici impegnati nell'installazione e nella manutenzione delle reti di trasmissione metropolitane (che connettono gli utenti ai servizi) o "core" (che forniscono la capacità trasmissiva) ad accesso sia mobile sia fisso. Il nuovo MT1000A Network Master Pro, fa parte di una piattaforma costituita da un'unità di controllo e visualizzazione e dal modulo di test MU100010A. Grazie a questo approccio, Anritsu sarà in grado di offrire in futuro nuovi moduli funzionali alternativi al modulo MU100010A che, se connessi all'unità di visualizzazione, potranno fornire nuove capacità di test. Il modulo MU100010A ospita la parte funzionale del test e prevede due porte indipendenti con tutte le prestazioni necessarie per il test sul campo di una rete di trasporto ottico. Oltre a Ethernet, Fibre Channel e Sdh/Sonet, le porte supportano le nuove caratteristiche ODU0 e ODUFlex delle reti Otn, con velocità di trasmissione dati da 1,5Mbps a 11Gbps. Il tester può anche gestire le tradizionali interfacce Pdh e DSn di vecchia generazione.

L'importanza dell'Otn

L'Optical Transport Network è un'architettura per il trasporto del segnale nelle reti di telecomunicazione. Si tratta di uno standard tecnologico che permette di ottenere un'elevata efficienza nella distribuzione e nel routing di qualsiasi tipo di segnale di telecomunicazione ma che permette di utilizzare gli stessi nodi e le stesse apparecchiature di rete. Ciò è possibile grazi all'incapsulamento dei contenuti di segnale in un formato standard unico e specifico che può essere trattato facilmente e in modo omogeneo da tutte le reti internazionali. Inoltre, lo standard Otn integra nel segnale alcuni contenuti aggiuntivi che semplificano la sincronizzazione delle reti, che ottimizzano la gestione e il recupero degli errori di trasmissione, e che permettono di ridurre i consumi di energia. Otn sta diventando sempre più importante in quanto la migrazione verso le velocità più elevate, in particolare 100GE, comporta numerose problematiche soprattutto a livello di consumi, distanze raggiungibili e costi di trasmissione. Questo standard offre ai costruttori, ai gestori e agli operatori degli apparati di rete tutti gli strumenti necessari per aumentare la velocità contenendo gli oneri. Inoltre, Otn è uno dei blocchi costruttivi delle prossime reti di nuova generazione.

Una soluzione universale

Sulle linee Otn viaggia una quantità di traffico sempre maggiore e all’interno di una rete ottica questo traffico è trasportato sotto forma di segnale SDH/Sonet e in alcuni casi Fibre Channel. Per questo motivo è estremamente importante per i tecnici che operano sul campo poter fare affidamento su uno strumento universale in grado di collaudare tutte le tecnologie presenti all’interno delle reti. Il nuovo Network Master Pro MT1000A è il primo tester per reti Otn compatto “all-in-one” dotato di questa caratteristica La possibilità di abbinare in un unico strumento il collaudo di reti Otn con quello di reti Sdh/Sonet e Pdh/Dsn, permette di contare su tutte le risorse necessarie per risolvere in maniera autonoma qualsiasi problematica della rete di trasporto senza ricorrere a un centro operativo di rete remoto.

Alcune prestazioni di spicco

Il nuovo Network Master Pro MT1000A può essere configurato per supportare il collaudo su due porte (dual port testing) per tutte le interfacce e le velocità di trasmissione dati previste. In questo caso, poiché le due porte possono essere usate in modo indipendente, l’utilizzatore dispone in realtà di due strumenti integrati in un unico dispositivo fisico, con notevoli benefici in termini di produttività. Le due porte consentono per esempio di utilizzare lo strumento per il monitoraggio bidirezionale in tempo reale e non intrusivo dei collegamenti in servizio che trasportano traffico "live", permettendo di manutenere, ottimizzare e collaudare le reti anche mentre sono in esercizio. Ciò offre ovviamente agli operatori l'opportunità di individuare i problemi più rapidamente e di ridurre il tempo di fermo della rete. Un'altra funzione di spicco è il caricamento e l'analisi della rete bidirezionale in condizioni di fuori servizio: ciò consente di controllare la robustezza della rete e di verificare la conformità agli standard nella gestione di errori e allarmi. Il modulo consente anche l'analisi degli elementi di rete fuori servizio, per esempio transponder o muxponder: questa misura permette di valutare le prestazioni mettendo a confronto la qualità del segnale dal lato “client” al lato “linea”. In questa configurazione di test, lo strumento controlla allarmi ed errori sul segnale Otn e sul client, coprendo qualsiasi metodo di incapsulamento supportato dallo standard Otn.

Certificazioni e portabilità

L'MT1000A include numerose funzionalità di tipo automatico che permettono a operatori e gestori di rete di certificare la qualità di trasmissione e di verificare gli accordi di servizio rispetto alle norme e alle metodologie standard. Due degli ambienti di test più importanti riguardano gli standard RFC2544 e Y.1564, ma l'offerta prevede numerose altre soluzioni che si rifanno alle norme Itu-T, Ieee, Oif, Ietf, e così via. Lo strumento è stato progettato per garantire la massima facilità d'uso, offrendo nel contempo peso ridotto, compattezza dimensionale e funzionamento a batteria. Tali caratteristiche sono importanti soprattutto in relazione alle applicazioni sul campo, dove la coesistenza di tecnologie telecom di nuova e vecchia generazione implica l'uso di strumenti integrati con dimensioni e i pesi ridotti che consentano ai tecnici di lavorare in qualsiasi condizione. Tra le altre dotazioni e caratteristiche inserite in un'ottica di portabilità si segnalano il display Touch Screen ad alta visibilità anche in condizioni di forte illuminazione, l'interfaccia grafica appositamente progettata per il controllo tattile, e la possibilità di gestione da remoto tramite Ethernet, Gpib, Wifi e Bluetooth, anche attraverso tablet e smartphone. Dimensioni e pesi rappresentano un elemento non trascurabile non solo per l'impiego sul campo ma anche nelle applicazioni di produzione e di laboratorio, dove il nuovo strumento può essere facilmente impiegato per testare più tecnologie su più porte l'imitando così l'occupazione di spazio.

Pubblica i tuoi commenti