Schede e sistemi per l’Industria

SCHEDE –

Il produttore taiwanese di soluzioni per le applicazioni embedded punta al mercato europeo affidandosi a Rutronik.

Il portafoglio prodotti di DFI comprende soluzioni su scheda, schede aggiuntive e sistemi completi, che consentono ai clienti di costruire kit completi con scheda, scheda grafica e alimentatore. Tra gli aspetti salienti si annoverano, oltre alle schede madri industriali, ai computer su scheda singola, ai moduli dedicati (Q7, Com Express), oltre ai Pc con schermo tattile basati su Risc. “Soprattutto per i clienti industriali è interessante il fatto che DFI offra non solo soluzioni e schede di tipo x86, ma anche quelle basate su Arm con interfacce legacy, come Isa, PS2, Com o Lpt”, spiega Mario Klug, responsabile delle vendite di prodotti storage, display e schede in Rutronik. “Solo pochi produttori offrono questo, perché la maggior parte di queste connessioni non sono più supportate dai chipset attuali. Pertanto, è necessaria grande cura e competenza per selezionare i controller giusti, che offrono queste funzioni sulle schede e sono disponibili per diversi anni.” Cicli di vita dei prodotti lunghi sette anni sono lo standard per DFI e, nell'ambito di alcuni progetti, la società prolunga questo periodo anche fino a dieci anni". Dal momento che la maggior parte dei componenti non sono disponibili per così tanto tempo, DFI conserva in magazzino i componenti necessari. Dal 1981 DFI produce componenti per Pc. Inizialmente, l'azienda era specializzata in schede grafiche, prima di produrre le schede madri per il mercato consumer. Da allora DFI si sta ora concentrando esclusivamente sul mercato embedded.

Test completi di qualità

Oggi tutti i componenti di DFI sono progettati per uso industriale. Al fine di assicurare l'alto livello di qualità, sono sottoposti a una serie di test completi, tra cui figurano prove di vibrazione, simulazioni di scariche elettrostatiche, test in temperatura e prove Emc. Un tasso di Rma (Returned Materials Authorization) di 0,3 dimostra che i prodotti mantengono effettivamente la qualità promessa. “Si tratta di un valore eccezionale. In caso ci dovessero essere difficoltà, i clienti possono affidarsi al supporto post vendite di DFI”, conferma Mario Klug. Oltre al supporto tecnico DFI pone grande enfasi sui tempi di reazione brevi. Per garantire questi ultimi anche in Europa, DFI ha aperto una filiale in Olanda dedicata al supporto alla Ricerca e Sviluppo e alla gestione dei reclami per il supporto tecnico.

Dal medicale al gaming
Oltre al comparto industriale, il settore medicale è un mercato su cui DFI punta. L'azienda è certificata in base alla norma ISO 13485 per applicazioni medicali. Le schede non sono solo di classe B ma sono anche verificate secondo la classe B dell'FCC e forniscono quindi una migliore protezione ad alta tensione. Le schede mini-ITX di DFI sono ideali per applicazioni di cartellonistica digitale e per i terminali Poi/Pos. Queste applicazioni sono di solito gestite con corrente continua e quindi non hanno bisogno di un'alimentazione elettrica molto potente. Per poter far funzionare le schede con un'alimentazione ATX fino a 120 W su una singola tensione continua, DFI offre un convertitore Dc/Dc. Questa combinazione di una scheda mini-ITX con un chipset mobile di Intel con i core di processore di terza generazione, più i convertitori Dc/Dc con un ampio intervallo di ingresso di 6-30 Vdc, costituisce una soluzione intelligente per la cartellonistica digitale e per i sistemi Pos/Poi. “Quindi con ciò si può utilizzare la PSU messa a disposizione a livello di sistema con uscita a 12 o a 24 V per il funzionamento della scheda senza un'ulteriore unità PSU ATX o mini-ITX”, specifica Klug. DFI è forte anche nel mercato dei giochi. Qui si applicano ugualmente standard di qualità elevati: le schede devono gestire fino a quattro display simultaneamente senza errori e in funzionamento continuo. “Molti clienti impiegano per tali applicazioni una delle schede ITX standard, ad esempio la scheda CM100/C di DFI”, spiega Mario Klug. Le schede sono usate principalmente con i sistemi I/O, in cui si trovano i componenti specifici per le applicazioni di gioco. A questo proposito sono di norma necessari dei connettori speciali resi disponibili da Rutronik. “Per tutti i nostri mercati chiave osserviamo per i prossimi anni una crescita significativa, trainata soprattutto dal maggiore utilizzo di dispositivi intelligenti connessi in rete,” ha affermato Charlie Yang, direttore di DFI. “In Europa tuttavia abbiamo un potenziale non ancora pienamente sfruttato. Al fine di incrementare la nostra quota di mercato, abbiamo cercato, accanto ai distributori locali, un partner che fosse presente in tutta Europa con una forte squadra di vendita e una fitta rete di filiali. A favore di Rutronik parlano più fattori: l'esperienza pluriennale con adeguata competenza tecnica nel mercato embedded ci hanno assolutamente convinti. Inoltre i nostri componenti trovano completamento ottimale all'interno dell'ampio portafoglio di prodotti di Rutronik, di modo che i clienti possano ottenere tutti i componenti per la propria applicazione da un'unica fonte.”

Una cooperazione di successo
La partnership fra DFI e Rutronik ha avuto un inizio molto promettente, ed entrambe le società sono già coinvolte in numerosi progetti in diversi mercati e Paesi. “La risposta è stata estremamente positiva”, spiega Charlie Yang “soprattutto in Germania, Francia, Italia e Regno Unito. Tuttavia, l'attenzione è oggi rivolta anche verso l'Europa Orientale, un mercato crescente, in cui siamo ancora poco presenti. Grazie a Rutronik saremo in grado di aumentare la nostra quota di mercato significativamente”. Per raggiungere questo obiettivo, occorre aumentare le offerte ai clienti; in quest'ottica Rutronik sta realizzando uno stock di schede demo di DFI a disposizione dei clienti. “Questo concetto, che perseguiamo ormai da un paio di anni con tutti i nostri produttori nel campo delle schede e dei sistemi dedicati, ci ha permesso di ridurre decisamente il time-to-market dei nostri clienti”. In aggiunta agli attuali componenti DFI che sono prodotti da design-in, entrambi i partner hanno in programma anche la distribuzione delle schede standard senza supporto pre-vendita attraverso la nuova organizzazione di vendita Rutronik24, una piattaforma di e-commerce che si rivolge ai clienti con esigenza media di componenti, che non erano serviti in precedenza da Rutronik.

Pubblica i tuoi commenti