L’Editoriale di Gennaio 2010

PRIMA PAGINA –

Progetti per il futuro

Finalmente - e non siamo certo gli unici a gioirne - il 2009 è passato.
Ci siamo lasciati alle spalle un anno di difficoltà oggettive, di congiunture da dimenticare, di situazioni di incertezza che hanno minato la tranquillità professionale di interi comparti lavorativi e che hanno influito in modo negativo sulla serenità lavorativa di molti. Nel corso del 2009 abbiamo ribadito più volte che fosse necessario prepararsi ai momenti migliori, non tanto aspettando passivamente una ripartenza dei mercati o un miglioramento della congiuntura finanziaria, ma operando in modo attivo per farsi trovare pronti e già avviati nel momento in cui le cose si fossero messe per il meglio.
Ora sembra che questo momento sia arrivato.
Al di là dei dati recenti sull'occupazione, che raffreddano i più ottimistici entusiasmi (i dati di novembre parlano di un tasso di disoccupazione dell'8,3%, dato peggiore dal 2004), la situazione di mercato si sta muovendo, e questo non è un mistero per nessuno.

L'innovazione è stato senza dubbio l'impulso che ha contribuito attivamente a far superare i mesi oscuri del 2009 e che ancora rappresenta il motore vero della ripresa. Lo abbiamo ribadito più volte e ora abbiamo la certezza (e la soddisfazione) che le nostre intuizioni non fossero poi così lontane dal vero. Bisogna proporre nuove formule e nuove soluzioni, migliorando quanto fatto in passato, ma sempre nella consapevolezza che viviamo in un mondo in costante mutamento.
A questa regola non si sottrae nessuno, tanto meno l'editoria specializzata.

Anche PCB Magazine nel 2010 tenterà di offrire ai suoi lettori qualcosa nella linea della tradizione, ma con maggiore incisività editoriale e con una serie di proposte che supereranno gli ormai ristretti limiti della carta stampata.
Il ciclo di tavole rotonde riprenderà a febbraio con un incontro con i principali attori del settore della produzione, ciclo che proseguirà in aprile con un nuovo incontro dedicato al test elettrico. Giugno sarà il mese più importante dell'anno per la nostra rivista, con l'organizzazione del terzo convegno dedicato ai circuiti stampati, convegno che ci ha già dato grandi soddisfazioni nel passato e che quest'anno cercheremo di organizzare con ancor maggiore professionalità ed entusiasmo. Poi sarà la volta delle novità in ambito multimediale… ma questo è un altro discorso, che non vogliamo anticipare.
Non si tratta di una forma scaramantica, ma della semplice consapevolezza di non poter fare progetti a lungo termine in un momento che è, comunque, ancora difficile.
Per il momento fermiamoci a giugno con le anticipazioni, con un augurio che l'anno appena cominciato sia solo l'inizio di un momento di grande soddisfazione e di grandi risultati.

Buon anno a tutti.

Pubblica i tuoi commenti