Gestire i componenti per sviluppare prodotti di successo

L’attività di fabbricazione di prodotti high-tech di successo dipende fortemente da precise informazioni relative ai componenti da usare e dalla protezione contro ogni possibile minaccia al loro approvvigionamento. Queste misure devono essere operative per l’intero ciclo di vita del prodotto, già prima dell’inizio del progetto, fino a quando il prodotto non è più supportato.

 La raccolta e la gestione dei dati

La raccolta dei dati costituisce un importante aspetto della preparazione del progetto e non deve limitarsi a coprire gli aspetti tecnici dei componenti scelti, ma deve verificare anche la conformità alle normative, come ad esempio la direttiva Rohs o l’obbligo di evitare determinati materiali, e identificare ogni potenziale difficoltà di fornitura, come l’obsolescenza. L’assunzione di queste responsabilità comporta un notevole impegno in termini di tempo e di risorse per i reparti tecnici delle società. Per giunta, essa è solo la prima fase del processo di raccolta delle informazioni; ad essa segue un’analisi dettagliata dei dati, di fondamentale importanza per raggiungere quella conoscenza che permetterà di prendere le giuste decisioni nella gestione delle attività di acquisizione, di controllo qualità e di natura tecnica. Le società che scelgono di effettuare in-house la raccolta e l’analisi dei dati rischiano di incorrere in ritardi che potrebbero anche pregiudicare il rilascio del prodotto finito sul mercato in tempo utile. Ma per il progetto queste informazioni sono particolarmente importanti e il costo di un’imprecisione potrebbe essere elevato, per cui queste precauzioni non possono essere evitate e devono essere messe in opera nel modo corretto. Un errore potrebbe costare caro se viene corretto in una fase avanzata del progetto, e il time-to-market potrebbe essere compromesso. Invece, ogni risparmio di tempo o di costo che si può ottenere potrebbe generare un notevole vantaggio competitivo. Un servizio di aggregazione dei dati può dare accesso a un’informazione di qualità superiore riducendo il tempo necessario per la raccolta dei dati stessi e contribuendo a ridurre i costi. Il fornitore specializzato in un servizio può alleviare una società tecnologica da un’impegnativa attività che non rientra nel suo impegno primario, aiutandola a garantire l’avvio del progetto nel tempo giusto. SiliconExpert è specializzata nei servizi di database per i componenti elettronici, atti a rendere più efficaci ed efficienti le attività tecniche, l’introduzione di nuovi prodotti o Npi (New product introduction) e l’acquisizione dei componenti, eliminando le perdite di tempo e i rischi derivanti dall’uso di dati provenienti da fonti incontrollate. In tal modo si riduce notevolmente anche la probabilità di danni all’immagine, causati da problemi quali componenti contraffatti o malfunzionamento.

Il valore dei servizi di database

Una grande industria manufatturiera che per la propria attività acquista grandi volumi di componenti si è rivolta a SiliconExpert chiedendole di configurare i servizi di database con questi obiettivi:

- ridurre il rischio di obsolescenza adottando un modello proattivo;

- aumentare il livello del customer service velocizzando l’invio delle quotazioni al cliente e aggiungendo capacità di cross-reference;

- garantire la certificazione RoHS sui componenti elettronici;

- supportare la R&D e i reparti tecnici NPI nell’applicazione della ricerca parametrica;

- ridurre i costi mediante la razionalizzazione della produzione e la valutazione del prezzo dei componenti.

 

In sei settimane SiliconExpert ha permesso al cliente di ridurre fino al 50% il lead time delle quotazioni e risparmiare sui costi, identificando i componenti equivalenti con un costo inferiore, grazie alla ricerca parametrica, minimizzando la dipendenza dai servizi tecnici esterni. I reparti tecnici e di R&D delle sedi della società in Nord America, Europa e Asia hanno utilizzato il database di SiliconExpert per gestire gli elenchi di materiali e hanno programmato di metterlo on-line in molte altre sedi nei prossimi mesi.

Il know-how dall’open market

Nel corso di ogni progetto le società devono proteggersi dai rischi, come la contraffazione e l’obsolescenza, e devono darsi una strategia per affrontare queste e altre sfide, come la mancanza di scorte. I fornitori di componenti indipendenti sono generalmente molto esperti nella gestione di questi problemi. Infatti quello del shortage sourcing è un classico servizio offerto da questo settore. Converge, un affermato distributore open-market di componenti elettronici, ha sviluppato una serie di servizi per proteggere i clienti dalle minacce della supply chain, come l’obsolescenza, e anche per aiutarli con la riduzione dei fornitori, il controllo di qualità e lo smaltimento degli stock in eccesso. Per proteggere i clienti dall’obsolescenza, Converge adotta un approccio consultivo di analisi delle loro esigenze, cercando attentamente sul mercato le fonti più affidabili e gestendo le attività di acquisizione, logistica, ispezione e collaudo in vista della fornitura dei componenti. In caso di shortage, Converge utilizza la propria rete globale di acquisitori esperti e i propri team di commodity e di qualità per garantire un servizio rapido, aggiornato e sicuro nel caso in cui i pezzi siano richiesti urgentemente. Inoltre, gli esperti di commodity in-house si impegnano nell’identificazione e nell’analisi dei trend di fornitura osservando i prezzi, la liquidità e la qualità, oltre a fornire assistenza con la riduzione del numero di fornitori, prendendosi in carico una parte della catena, su un sistema a libro aperto, nell’ambito di un modello di prezzi flessibile. Converge dispone anche di diversi metodi con cui può aiutare un produttore con eccesso di stock. In questa situazione è possibile determinare il programma più adatto e, in alcuni casi, utilizzare una combinazione di diversi programmi per arrivare alla soluzione migliore.

Come combattere la contraffazione

Le minacce alla qualità e, in alcuni casi, alla sicurezza dell’utente, derivanti da componenti elettronici contraffatti, è riconosciuta in tutto il mondo ed è coperta da standard come l’AS5553, che indica ai fornitori di componenti elettronici -come distributori e rappresentanti- il modo di evitarle, riconoscerle, limitarne gli effetti e affrontarli. L’AS6081 copre gli stessi aspetti dal punto di vista dei distributori senza esclusiva. Converge si attiene alle specifiche AS6081 fin da prima della pubblicazione di questo standard. Al loro arrivo, tutti i componenti passano un’ispezione presso una ricezione multi-punto con verifica della checklist, quindi vengono ispezionati al secondo livello prima di essere consegnati al cliente. Converge ha quattro hub operativi che si trovano in Usa, Europa, Hong Kong e Singapore, ciascuno dei quali è dotato di un sistema di ispezione ai raggi X e della possibilità di aprire i componenti, con una capacità investigativa di alto livello. Queste unità di collaudo e di ispezione sono accessibili a pagamento anche ai clienti che desiderano verificare l’autenticità del loro stock.

 Combinare i punti di forza

SiliconExpert e Converge hanno collaborato su diversi progetti per Oem tecnologici molto noti, combinando la competenza di SiliconExpert nel database e l’esperienza di Converge nella gestione della Bill of Materials, per creare un’efficiente soluzione di fornitura di componenti, in grado di offrire un alto livello di protezione contro i problemi di fornitura, come l’obsolescenza, l’allocazione, le variazioni di lead-time e la contraffazione.

 

Pubblica i tuoi commenti