Cresce la domanda di riciclaggio dei rifiuti elettronici in Europa

AMBIENTE –

Un’analisi di Frost & Sullivan ha rilevato che il mercato del riciclo dei rifiuti elettronici ha prodotto entrate per 1,30 miliardi di dollari nel 2012.

Un'analisi di Frost & Sullivan ha rilevato che il mercato del riciclo dei rifiuti elettronici ha prodotto entrate per 1,30 miliardi di dollari nel 2012 e stima che questa cifra raggiungerà quota 1,79 miliardi di dollari nel 2020. “Le severe normative dell'Unione Europea, i crescenti prezzi delle discariche e la consapevolezza dell'impatto ambientale dei Raee, hanno favorito la domanda di riciclaggio dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche in Europa - afferma Monika Chrusciak, analista di Frost & Sullivan per il settore Energia e Ambiente. Il mercato continuerà a crescere con la creazione da parte dei governi, specialmente in Scandinavia, Stati alpini e Germania, di quadri normativi trasparenti per lo sviluppo e la commercializzazione del riciclaggio dei Raee” osserva Chrusciak. “Germania, Francia, Italia ed Europa centrale e orientale, in particolare, offrono enormi opportunità”. Per quanto riguarda l'Italia il sistema di raccolta e utilizzo dei Raee è ben organizzato. Per il futuro, si prevede che il volume di questi rifiuti continuerà ad aumentare anche in Italia con una crescita annuale del 3% fino al 2020.

Pubblica i tuoi commenti