Xilinx: l’elaborazione è di tipo adattativo

Xilinx ha annunciato una nuova e rivoluzionaria categoria di prodotti denominati ACAP (Adaptive Compute Acceleration Platform) che superano di gran lunga le potenzialità e le prestazioni dei tradizionali Fpga. La sigla ACAP identifica una piattaforma di elaborazione eterogenea multi-core ad alto grado di integrazione che può essere modificata a livello hardware per adattarsi alle esigenze di una pluralità di applicazioni. La capacità di una piattaforma ACAP di adattarsi in modo dinamico durante il funzionamento permette di ottenere livelli di prestazioni e di efficienza energetica (espressa in Prestazioni/W) non conseguibili con le attuali Cpu o Gpu.

La piattaforma ACAP rappresenta la soluzione ideale per accelerare una vasta gamma di applicazioni in un'era sempre più dominata dai Big Data e dall'intelligenza artificiale. Tra queste si possono citare transcodifica video, database, compressione dati, ricerche, processi inferenziali basati sull'Intelligenza Artificiale, genomica, visione artificiale, computational storage (ovvero integrazione di capacità di elaborazione nei dispositivi di memoria) e accelerazione di rete.

Gli sviluppatori hardware e software saranno in grado di progettare prodotti basati su ACAP per applicazioni di elaborazione a livello di cloud, periferia della rete (edge) e punti terminali (end point).

La prima famiglia di prodotti ACAP, il cui nome in codice è Everest, sarà sviluppata sfruttando una tecnologia di processo da 7 nm di Tsmc e sarà pronta per la produzione in volumi entro l'anno in corso.

Pubblica i tuoi commenti