Varie le ipotesi sul Capex nei chip

MERCATO SEMICONDUTTORI –

Un mercato in forte crescita, ma che paradossalmente sta vedendo piuttosto freddi i tre principali investitori. Le contraddizioni del settore degli apparecchi per semiconduttori

Nonostante la Semi (Semiconductor Equipment and Materials International) abbia previsto per quest'anno un'espansione del 23% del mercato degli apparecchi per semiconduttori, i tre principali investitori non stanno aumentando in maniera significativa il proprio Capex (Capital Expenditure), secondo quanto sottolineato da Bill Jewell, della Semiconductor Intelligence. In questo campo, “gli orientamenti di Intel vanno da un calo del 2% a un aumento del 7%, attestandosi su una media del 3%; Samsung dovrebbe mantenere un tenore di investimenti nei semiconduttori simile a quello del 2013, mentre Tsmc dovrebbe tenerli in un range che va da una riduzione del 2% a un incremento del 3%, quindi mediamente dovrebbe investire per un valore dell'1%”. Insieme, l'aumento medio degli investimenti di queste aziende, che complessivamente contribuiscono al 50% del Capex dell'industria, risulterà probabilmente pari all'1%. In effetti, però, le stime della Semi non erano in linea con le altre: quelle pubblicate in marzo e aprile da IC Insights e da Gartner ipotizzavano rispettivamente un incremento del Capex dell'8,4% e del 5,5%, e la seconda, per gli investimenti nelle apparecchiature per semiconduttori, prevedeva un aumento del 12,2%.

Pubblica i tuoi commenti