Un sistema per lo sviluppo di circuiti stampati

Pulsonix_bg_SC

Azienda inglese da oltre un decennio presente sul mercato dei sistemi di sviluppo Cad per i circuiti stampati con solide basi (i suoi fondatori sono veterani dei sistemi Eda per lo sviluppo di schede a circuito stampato), Pulsonix propone una catena di strumenti Cad (schematic entry, Pcb design e Cam tool) per il progetto e il manufacturing di schede. Negli anni Pulsonix è stato sviluppato e mantenuto su tre basi semplici, concrete e industriali: facilità d’uso; versioni e prezzi misurati a seconda delle reali necessità della singola azienda; versioni dotate di filtri per importare dati (schemi, schede e librerie) da quasi tutti i sistemi Cad attuali e in obsolescenza.


Una soluzione all’avanguardia

Un aggiornamento di prodotto al passo con i tempi tramite revisioni puntuali, affidabili e sempre pronte nel cogliere le necessità degli utilizzatori, ne fa un prodotto allineato con le ultime tecnologie del mondo dell’elettronica. Lo sforzo è stato ampiamente ripagato dal successo ottenuto nelle vendite e dalla soddisfazione dell’utente finale che rimane fidelizzato anche in funzione di un costo di supporto contenuto, puntuale e concreto. Per Pulsonix ogni azienda è l’utente e non un utente. Nell’ultimo anno Pulsonix ha proposto a ritmo incalzante novità a grande valore aggiunto per l’utenza e per nuovi clienti mantenendo intatti i costi di acquisto e supporto. La catena di strumenti software è pienamente integrata, i progettisti tramite lo schematic entry non avranno confini nel pensare uno schema che sia poi facilmente elaborato dai progettisti di layout e infine prodotto senza errori di progetto e libero da intoppi in fase di costruzione e approvvigionamento dei componenti. Una particolare “granularità” dei dettagli tecnologici permette a Pulsonix di poter definire in modo dettagliato tutti gli aspetti relativi alla board, siano questi elettrici, costruttivi oppure gestionali; i wizard hanno inoltre il compito di facilitare queste operazioni rendendole veloci e precise.
Parametri meccanici (importati anche da Cad meccanici), possono pilotare il posizionamento di componenti evitando tra loro interferenze sia in altezza che in appoggio e gruppi di componenti possono essere posizionati e sbrogliati a matrice limitando interazioni e ripetizioni noiose e time consuming. Gli utenti Pulsionix poi non hanno limiti tecnologici derivanti dal sistema; infatti tecnologie che prevedono fori ciechi, interrati, microfori, componenti interrati e package che implementano tecniche quali bond e die pad, sono pienamente supportate in ogni fase di progetto da Pulsonix.

L'ambiente Cam

Ad aggiungersi a queste funzioni, la versione 8.5 ha introdotto l’ambiente Cam che permette di gestire il board manufacturing progettando e controllando con check appropriati i pannelli per il montaggio delle schede, sia multiplando un’unica scheda sia gestendo il pannello con più schede differenti. Aggiungendo poi che ogni versione di Pulsonix è equipaggiata con tutti gli output standard per le macchine a montaggio automatico e gestione del manufacturing, il cliente non dovrà sobbarcarsi l’onere di acquistare Cam station mantenendo tutti i dati di progetto standardizzati in Pulsonix.
L’opzione database connection di Pulsonix permette di tenere allineati i dati tra il database aziendale (sia questo Access, Sql o altro) e il database dal quale il progettista attinge i componenti per il progetto, avendo perciò la sicurezza che quanto viene progettato verrà poi effettivamente costruito correttamente e senza intoppi.

La tracciabilità

Nella versione 9.0 Pulsonix di prossimo rilascio, si è pensato poi di introdurre il concetto di tracciabilità di quanto progettato, abbattendo definitivamente il muro tra progetto, manufacturing, amministrazione, acquisti e marketing. La funzione vault di Pulsonix consentirà cosi ai vari team aziendali di tracciare e gestire lo sviluppo delle schede, controllando le revisioni dei dati progettuali siano questi componenti, blocchi, costi di progetto, tenendo perciò la filiera pienamente allineata dall’idea alla messa in pratica e pulita da errori, siano questi di progetto approvvigionamento o altro.
L’affermarsi di nuove tecnologie e componenti non ha lasciato indifferenti il team Pulsonix che già dalle precedenti versioni prevedono l’import diretto nel suo schematico di componenti tipo Fpga. Nuove tecnologie presenti oggi sul mercato pongono sempre maggiori sfide. Pulsonix con la versione 9.0 presenta così un ambiente rinnovato per progettare bus ad alta velocità (Ddr3 o Dsr4). L’opzione high speed è infatti ora completa di constraint manager in grado di gestire in modo veloce, pulito e completo lunghezze di rete, parallelismi e separazioni tra piste, effettuarne il completo controllo, generare e controllare in modo interattivo serpentine o allungamenti consentendo il corretto funzionamento degli apparati sviluppati una volta messi in campo con il risultato finale di riduzione di errori e conseguente contrazione del time-to market (in sintesi maggiori profitti). L’utente avrà il pieno controllo di tutti questi parametri impostandoli, con linee guida già predefinite, controllandoli ed essendo sempre avvertito in caso si vada sotto i requisiti minimi richiesti. A piena conferma di tutto questo Pulsonix mette a disposizione tramite il proprio sito la versione Lite che permette la piena funzionalità del software per schede fino al massimo di cento pin.
In sintesi Pulsonix rimane un sistema scalabile, affidabile, estremamente facile da usare, e rispettoso di tutti gli standard industriali, il giusto partner di per chi deve sviluppare elettronica, per chi chiede progetti corretti al primo colpo, ad un costo estremamente contenuto e senza barriere tecnologiche.

Pubblica i tuoi commenti