Troppo basso il prezzo delle terre rare

MERCATO MATERIE PRIME –

Nonostante gli sforzi della Cina per frenare gli sfruttamenti minerari illegali, il prezzo delle terre rare è ancora troppo basso per Baotou Steel e Lynas, principali produttori del mercato.

Malgrado un rialzo sostanziale durante l'estate scorsa, che ha visto il prezzo di alcuni ossidi progredire dal 30 all'80 %, grazie agli sforzi della Cina per frenare gli sfruttamenti minerari illegali, il prezzo delle Terre rare è ancora troppo basso per Baotou Steel e Lynas, principali produttori del mercato. Tra i 32 produttori di terre rare quotati, il totale dei risultati del primo semestre ha visto un ribasso del 46,6%, a 2,9 miliardi di yuan (359,5 milioni $), che ha affondato cinque società in perdita, mentre le altre 27 hanno visto dileguarsi i propri profitti, nettamente inferiori a quelli del 2012. Persino il più grande produttore mondiale, Mongolia Baotou Steel Rare-Earth Group, ha dichiarato delle entrate in ribasso del 23% nel primo semestre, mentre l'utile netto si è ridotto di più del 33%. L'impresa ha dovuto sospendere a più riprese la produzione, presso alcuni impianti, allo scopo di sostenere i prezzi.

Pubblica i tuoi commenti