Prosegue la crisi per l’industria high-tech italiana

MERCATO –

Un’analisi svolta da Anie sull’attuale situazione e sulle prospettive economiche delle Pmi dei settori elettrotecnico ed elettronico rivela criticità molto forti.

Cosa succederà all'impresa manifatturiera italiana alle porte del 2010? Quali il presente e il futuro della piccola industria? Questi i quesiti posti dalla consueta iniziativa promossa da Confindustria in occasione dell'annuale appuntamento del Forum Piccola Industria, svoltosi quest'anno a Mantova il 23 e il 24 ottobre 2009.
 
Interrogativi cui Confindustria ANIE ha fornito il proprio contributo - inserito come capitolo monografico nel volume - curando un'analisi dell'attuale situazione e delle prospettive economiche delle Pmi dei settori elettrotecnico ed elettronico rappresentate dalla Federazione, in un'ottica di propositività volta a reperire soluzioni percorribili e fattive risposte.
 
Uno spaccato che evidenzia l'oggettivo inasprirsi dei disagi messi in campo dalla recente fase recessiva in rapporto alle dimensioni d'impresa. Il virtuoso percorso di sviluppo imboccato nel recente passato dalla piccola industria in alcuni comparti dell'elettrotecnica - quali energia, cavi e illuminotecnica - si è infatti bruscamente interrotto nel corso del 2008 e nella prima parte del 2009 il deterioramento del profilo produttivo dell'elettrotecnica ma anche dell'elettronica ha raggiunto una intensità che non trova precedenti nell'ultimo decennio.
 

Pubblica i tuoi commenti