Nasce un’alleanza per la sicurezza delle auto a guida autonoma

Più l'elettronica avanza nelle automobili, più è importante proteggerle dagli attacchi informatici. Ecco perché 15 partner dell'industria e del mondo accademico collaboreranno nei prossimi tre anni a nuovi approcci alla sicurezza IT nelle auto a guida autonoma. Il progetto congiunto si chiama Security For Connected, Autonomous Cars (SecForCARs) e ha un finanziamento di 7,2 milioni di euro da parte del ministero federale tedesco dell'Istruzione e della Ricerca. A guidare il progetto è Infineon.

Con il suo focus sulle auto a guida automatica, SecForCARs vuole distinguersi dalle precedenti iniziative di ricerca relative alla sicurezza IT nelle automobili. Le auto connesse hanno il potenziale per offrire molti vantaggi nella guida autonoma. Ad esempio, migliorano la sicurezza avvertendosi a vicenda in caso di strada danneggiata o ghiacciata. Tuttavia, anche l'elettronica di bordo deve essere protetta dagli attacchi esterni. A tal fine, i partner del progetto mirano a esplorare e valutare meccanismi innovativi.

Il progetto riunisce esperti dei settori della sicurezza IT e della guida autonoma. Le case automobilistiche coinvolte sono Volkswagen Ag e Audi Ag. Il settore dei fornitori è rappresentato da Infineon Technologies e Robert Bosch. Escrypt, Itemis, Mixed Mode e Schutzwerk rappresentano i produttori di utensili e l'industria della sicurezza.

Gli istituti di ricerca e le università selezionati assicurano che gli ultimi risultati della ricerca siano trasferiti al progetto. Si tratta dell'Università di Ulm, le Università tecniche di Braunschweig e Monaco di Baviera, la Libera Università di Berlino, l'Università di Scienze Applicate di Karlsruhe e gli Istituti Fraunhofer AISEC e IEM. SecForCARs sarà attivo fino a marzo 2021.

Pubblica i tuoi commenti