Medicale: 8,2 miliardi nel 2018

A contribuire all’incremento delle vendite di circuiti integrati, sensori e altri dispositivi del mercato dei semiconduttori per il medicale sono i sistemi sempre più piccoli e potenti. Secondo quanto evidenziato dal grafico pubblicato da IC Insights, infatti, questo settore si amplierà durante quest’anno e il prossimo, per poi subire un calo nel successivo momento di difficoltà economica, previsto per il 2017. Tra il 2013 e il 2018, poi, le vendite mondiali di semiconduttori per il medicale dovrebbero aumentare a un tasso medio annuo del 12,3%, raggiungendo gli 8,2 miliardi di dollari (nell’ultimo anno del periodo considerato), ben superiore a quello del 6,9% ottenuto nel quinquennio precedente, che includeva la crisi del 2009. L’ambito degli Ic, all’interno dei semiconduttori destinati al medicale, dovrebbe svilupparsi a un Cagr del 10,7%, totalizzando 6,6 miliardi nel 2018, mentre gli spazi di mercato per i prodotti optoelettronici, i sensori/attuatori e i discreti dovrebbero aumentare a un tasso annuo del 20,3%, generando entro quella deadline un fatturato da 1,6 miliardi, dovuto soprattutto alla forte richiesta di sensori allo stato solido e di dispositivi ottici per l’imaging. I circuiti integrati e le altre tecnologie a semiconduttore, d’altra parte, continueranno a giocare un ruolo determinante nel trasformare e ridefinire i sistemi medicali: grazie alla crescente digitalizzazione dei sistemi di imaging e al sempre maggiore controllo operato dai computer sulle apparecchiature per la cura della salute, i progressi legati agli Ic si stanno infatti succedendo a una velocità almeno pari a quella con cui si sviluppano la telefonia mobile e molti altri ambiti di elettronica consumer, e sono orientati verso due differenti direzioni, poiché i produttori di apparecchi cercano di soddisfare le urgenti esigenze di abbassamento dei costi, da un lato, e di aumento delle possibilità di cura in tutte le parti del mondo, dall’altro.

 

bulletin20150318Fig01

Pubblica i tuoi commenti