Lo standard gigaAmp per i convertitori PoL

Amp Group, il consorzio che si occupa di definire il futuro della potenza intelligente, il cui obiettivo è definire specifiche meccaniche ed elettriche comuni per lo sviluppo di tecnologie di conversione di potenza avanzate per sistemi di potenza distribuiti ha recentemente annunciato il rilascio di un nuovo standard. Lo standard gigaAmp, introdotto per fornire un’opzione per sistemi operanti a correnti più elevate ospitati in un package Lga, è basato sullo standard picoAmp, rilasciato nel mese di settembre dello scorso anno, che definisce gli standard relativi alle piattaforme di tipo non isolato con correnti nominali comprese tra 6 e 18 A. Il nuovo standard gigaAmp per sistemi a 60 A prevede l’uso di un package Lga compatto con ingombro di soli 25,1 x 14,1 mm.

Standard industriali e prodotti conformi

Il nuovo standard gigaAmp va ad aggiungersi allo standard teraAmp relativo a convertitori Dc-Dc di tipo PoL (Point of Load) digitali non isolati, che è stato rilasciato nel febbraio 2015, e ai precedenti standard microAmp e megaAmp che sono stati rilasciati nel corso dell’edizione 2014 di electronica. I primi prodotti conformi al nuovo standard gigaAmp saranno annunciati dalle società che fanno parte di Amp Group entro la fine di quest’anno. “L’introduzione dello standard gigaAmp”, ha commentato Martin Hägerdal, Presidente di Ericsson Power Modules, “è una chiara dimostrazione dell’impegno di Amp Group nella definizione di standard industriali che coinvolgano ogni aspetto della potenza digitale a livello di scheda”. “L’aggiunta di questo nuovo standard per sistemi a 60 A”, ha sottolineato Steve Pimpis, Presidente & Ceo di Murata Power Solutions, “contribuisce a soddisfare le esigenze di architetture di potenza intelligenti sempre più complesse che richiedono prestazioni più spinte e maggiore flessibilità”.

Obiettivo interoperabilità

Costituito nell’ottobre 2014, il consorzio Architects of Modern Power è un’alleanza tra Cui, Ericsson Power Modules e Murata Power Solutions, che ha l’obiettivo di fornire soluzioni complete e tecnologicamente avanzate corredate da un ecosistema completo comprendente hardware, software e supporto. Mentre altri gruppi che si occupano di standardizzazione sono focalizzati esclusivamente sulle specifiche meccaniche degli alimentatori che vengono montati sulle schede, i membri di Amp Group sono convinti che la standardizzazione delle funzioni di monitoraggio, controllo e comunicazione, oltre alla generazione di file di configurazione comuni per garantire un’interoperabilità di tipo plug&play delineeranno il futuro dei sistemi di potenza distribuiti intelligenti.

Pubblica i tuoi commenti