Le Smart Cities secondo il Cini

L'innovazione tecnologica rappresenta la chiave per ridisegnare le nostre città e migliorare la qualità dei servizi e la vita dei cittadini: è ciò che è emerso dal convegno I-CiTies 2015 svoltosi a Palermo e organizzato dal Laboratorio Nazionale Smart Cities & Communities del Cini (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) in collaborazione con l'Associazione Energy@home. “Il primo obiettivo di una città intelligente è favorire al massimo la partecipazione dei cittadini”, ha spiegato Giuseppe Anastasi, professore di Ingegneria informatica all’università di Pisa, organizzatore del convegno e direttore del Laboratorio Nazionale Smart Cities del Cini. “I cittadini possono diventare i sensori e gli attuatori intelligenti del sistema con la capacità di segnalare problemi e proporre soluzioni utilizzando gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione. Ad esempio, i ricercatori del Cini stanno sperimentando in alcune città italiane sensori di piccole dimensioni che ognuno può portare con sé e che sono in grado di riportare in tempo reale e in maniera capillare lo stato dell’ambiente cittadino e la qualità dell’aria nei punti chiave della vita quotidiana.”


Pubblica i tuoi commenti