La regolazione Psr negli alimentatori fino a 90 W

POWER MANAGEMENT IC –

La regolazione PSR apre la strada all’eliminazione di optoaccoppiatori e circuiti di feedback nelle applicazioni a potenza elevata, supportando 30 mW di potenza senza carico e fornendo uno stand-by altamente efficiente.

La nuova famiglia di circuiti integrati LinkSwitch-HP con switch offline a basso consumo sviluppata da Power Integrations fornisce fino a 90 W di potenza in uscita con regolazione precisa sul lato primario. Per determinare la quantità di potenza che il fronte primario deve fornire al secondario isolato, i circuiti integrati di LinkSwitch-HP utilizzano algoritmi di controllo innovativi, le proprietà del trasformatore di potenza principale e il diodo in uscita, anziché gli optoaccoppiatori e i circuiti di feedback associati. Questo metodo riduce il numero dei componenti, l’ingombro e i costi, aumentando al contempo l’affidabilità.
La regolazione PSR è attualmente lo standard di molte applicazioni a bassa potenza come i caricabatterie dei telefoni cellulari; finora, però, questa tecnologia non offriva la precisione di tensione costante necessaria ai prodotti con potenza più elevata. I dispositivi LinkSwitch-HP sono dotati di un’architettura di controllo multi-mode esclusiva che segna un progresso decisivo nell’evoluzione della regolazione Psr, rendendola un approccio ideale per le applicazioni di alimentazione con potenza tra 9 e 90 W.

I vantaggi della regolazione Psr
 “Power Integrations è stata la prima a introdurre circuiti integrati con switch offline sul lato primario” ci spiega Peter Rogerson di Power Integrations. “Attualmente i prodotti della famiglia LinkSwitch sono i più venduti tra quelli dotati di tecnologia PSR e battono la concorrenza in un’ampia varietà di applicazioni a bassa potenza, dai caricabatteria dei dispositivi mobile ai sistemi di illuminazione, fino agli alimentatori di polarizzazione degli apparecchi elettrici e persino ai contatori intelligenti. I dispositivi LinkSwitch-HP estendono il range di potenza della regolazione PSR fino a 90 W, consentendo ai progettisti di beneficiare dei vantaggi della regolazione PSR in applicazioni quali i caricabatterie dei tablet, gli adattatori degli ultra-book, i monitor Lcd, i televisori, i decoder, le apparecchiature elettriche e gli alimentatori incorporati. I circuiti integrati LinkSwitch-HP forniscono potenza e prestazioni ineguagliate da qualsiasi altra soluzione PSR”.
I dispositivi LinkSwitch-HP selezionano la modalità di controllo in funzione della linea prevalente e delle condizioni di carico per ottimizzare l'efficienza di conversione e la risposta al carico della corrente transitoria, riducendo al minimo il ripple di uscita e i rumori percettibili. Il funzionamento in modalità Ccm genera correnti Rms ridotte, aumentando l’efficienza e favorendo una minore dispersione di calore, mentre la frequenza operativa a pieno carico di 132 kHz permette di utilizzare componenti magnetici più piccoli e filtri post-LC. I circuiti integrati LinkSwitch-HP offrono un consumo di potenza senza carico inferiore a 30 mW a 230 Vac e un’efficienza superiore al 50% con potenza in ingresso di 0,1 W, assicurando così la conformità a tutti i regolamenti globali in materia di efficienza energetica.

Uno standard cinese per la sicurezza
I dispositivi LinkSwitch-HP, inoltre, riducono i costi e la complessità legate alla compatibilità con lo standard di sicurezza cinese GB 4943.1-2011, che prevede l’utilizzo di etichette di avvertenza sugli alimentatori che non soddisfano severe regole di dispersione e distanza. La nuova regola, simile allo standard UL 60950-2007 e di cui è prevista l’obbligatorietà a partire dal 1 dicembre 2012, impone ai progettisti di aumentare la distanza tra primario e secondario per un fattore pari a 1,48 negli alimentatori di apparecchiature di oltre 2000 m o, in alternativa, di applicare al prodotto un’etichetta di avvertenza.

Pubblica i tuoi commenti