Jabil Italia, industrializzare l’innovazione

Jabil nasce con il compito di svolgere la funzione che, normalmente, viene definita di EMS (Electronic Manufacturing Services provider, fornitore di servizi manifatturieri per l’elettronica) ed è il terzo operatore globale del settore. Fondata nel Michigan (USA) nel 1966, controlla oltre 100 siti manifatturieri in 29 paesi ai quattro angoli del mondo e genera un fatturato di 19 miliardi di dollari. In Italia, Jabil è attiva dagli anni ‘90 quando ha consolidato la propria presenza con l’acquisizione degli stabilimenti di HP, Marconi, Nokia ed Ericsson. Oggi, a Marcianise (CE) sta irrobustendo la presenza con l’avvio del centro di innovazione Blue Sky Italia, inaugurato lo scorso dicembre (https://www.jabilitaly.com/en/blue-sky-italia/), a fianco di una pre-esistente struttura di eccellenza di 150.000 metri quadrati di cui 23.000 dedicati alla produzione: assemblaggio e test di circuiti elettronici, assemblaggio e personalizzazioni di sistemi. L’hub di Marcianise è la propaggine italiana di una vera e propria gigantesca fabbrica globale, uno stabilimento virtuale che si estende complessivamente per circa 3,5 milioni di metri quadrati.

«Già, perché le nostre linee di produzione usano le stesse macchine e i medesimi processi ovunque nel mondo» commenta Vincenzo Purgatorio, Senior Director New Business Development. «Per noi replicare la fabbricazione di un prodotto da una parte all’altra del pianeta è abbastanza semplice.» La presenza globale è uno dei vantaggi che Jabil può offrire. Il cliente italiano che vuole entrare in mercati geograficamente distanti ha la possibilità di coordinare i propri sforzi dall’Italia, garantendo però la vicinanza fisica al suo mercato di riferimento.

Un partner a tutto campo: dall’innovazione alla logistica

«Ma il nostro punto di forza» continua Purgatorio «non è solo la rete manifatturiera globale. La fornitura pura e semplice di servizi di produzione andava bene forse vent’anni fa. Oggi non è più sufficiente. Il nostro approccio al cliente è a 360 gradi. Siamo un partner che lo affianca nella fase dell’innovazione, della progettazione, dell’industrializzazione, prototipazione e produzione di massa. Ci possiamo occupare anche dell’installazione, dei servizi post-vendita e persino della catena della fornitura del prodotto finito del nostro cliente fino alla gestione del fine vita, se necessario.» Un rapporto di partnership completo, che Jabil riassume così: aiutare i clienti ad accelerare l’innovazione garantendo l’eccellenza tecnica e tecnologica, l’agilità manifatturiera con un’adeguata orchestrazione della supply chain. «I nostri clienti affrontano mercati che cambiano rapidamente. Devono poter contare su partner di fiducia, capaci di prevedere e reagire ai cambiamenti, con la padronanza di tutti gli elementi che contribuiscono al successo e la flessibilità necessaria per sfruttarli al massimo, dove serve e quando serve» continua Purgatorio.

Per questo negli anni Jabil si è strutturata per supportare tutte le fasi che portano al successo commerciale: innovazione, progettazione, pianificazione, realizzazione, consegna e gestione della logistica. Ed è in grado di offrire non più la sola realizzazione di sottosistemi elettronici, ma di oggetti finiti: completi delle parti plastiche e meccaniche, magari imballati in scatole con il logo del cliente e pronti per essere collocati sugli scaffali di vendita. Purgatorio aggiunge: «Forniamo un supporto molto efficace nell’industrializzazione dell’innovazione, curando tutti i minimi particolari. Per esempio, eseguiamo un’analisi accurata di fattibilità e valutazione dei rischi considerando se il progetto utilizza componenti che potrebbero creare problemi di approvvigionamento.»

Un’infrastruttura flessibile ed efficiente

Il mercato richiede grande agilità e velocità di esecuzione. Per questo Jabil sta trasformando il proprio ecosistema produttivo attraverso la connessione di macchine, processi e sistemi mettendo in pratica i concetti e le tecnologie di Industria 4.0, Cloud Computing e Additive Manufacturing e facendo leva su decenni di esperienza, eccellenza operativa e rigore ingegneristico.

Un ruolo importante nella trasformazione di Jabil è la propria rete di Additive Manufacturing: una evoluzione che non sta solo cambiando il modo in cui si realizzano i prodotti, ma anche dove i prodotti vengono costruiti permettendo di portare le produzioni in prossimità del punto di utilizzo finale, oltre a incrementare il livello di personalizzazione. Una realtà che si integra in maniera trasparente con la piattaforma di Gestione Intelligente della Catena di Fornitura, permette l’allineamento globale di disponibilità di materiali, macchine, processi e ordini del cliente. Macchine smart, connesse, inserite nell’ecosistema di Industria 4.0 sono la chiave per evolvere compiutamente verso la manifattura digitale.

Aree di competenza

La storia di Jabil nell’ambito automotive, dal design alla produzione attraverso la gestione integrata della supply chain, ha permesso di acquisire le conoscenze per proporsi come partner preferenziale per gli operatori dell’automobile. Jabil è in grado di soddisfare tutti i requisiti dei clienti e assicurare una consegna puntuale dei componenti e prodotti con i giusti standard qualitativi. Gli investimenti effettuati nelle tecnologie più avanzate come fotonica, wireless ed elettrificazione dei sistemi di trazione, sono fondamentali per garantire la competitività. Le aziende industriali ed energetiche sono un altro settore di riferimento in cui Jabil opera da decenni e di cui comprende le esigenze offrendo soluzioni di progetto che aiutano a ridurre la complessità, i costi e rischi. Jabil aiuta i clienti a muoversi con sicurezza e agilità anche in ambienti incerti o non familiari. Con investimenti in tecnologie e analisi della supply chain, competenza ed esperienza, offre la qualità necessaria in ogni fase del ciclo di vita del prodotto.

Le società di telecomunicazioni sono un’altra area di competenza. In tutto il mondo sono in corso massicci investimenti per costruire la prossima generazione di reti cablate e wireless. In alcuni casi, i mercati emergenti si stanno orientando direttamente verso robuste ed economiche reti wireless. Gli operatori che dispongono già di una infrastruttura devono gestire l’obsolescenza aggiornando i propri sistemi e i fornitori di apparecchiature di telecomunicazione stanno realizzando sistemi di nuova generazione per affrontare queste sfide. Si tratta di un complesso equilibrio tra l’infrastruttura del fornitore di servizi, i servizi cloud di nuova generazione e le modalità di utilizzo di tali servizi da parte delle imprese e dei consumatori. Jabil offre il supporto per semplificare la complessità con soluzioni chiavi in ​​mano: dalla ideazione del prodotto, progettazione, sviluppo, prototipazione rapida, accelerando l’introduzione di prodotti e servizi su scala globale. E, a Marcianise, mette a disposizione anche solide competenze e servizi di metrologia, calibrazione degli strumenti e riparazione delle schede.

Un centro di innovazione

Ma non basta. Purgatorio commenta: «In un mondo che corre sempre più veloce, vogliamo aiutare ancora meglio i nostri clienti a progettare la propria crescita e ad affermare la leadership sul mercato. Per questo nascono i centri di innovazione Jabil Blue Sky. Per favorire la nascita di nuove idee, curiosità e collaborazioni per affrontare le sfide dell’innovazione in un ambiente stimolante.» Jabil Blue Sky Italia è situato a Marcianise, in un’area di 3.500 m² che dimostra l’impegno di Jabil di espandere la presenza in Europa e incrementare le relazioni strategiche e collaborative con i clienti attuali e potenziali, i partner e i propri dipendenti. I settori di competenza includono: difesa, automotive, tecnologie verdi, computing, consumer, industriale, strumentazione, reti, periferiche, storage e telecomunicazioni.

Purgatorio continua: «Jabil Blue Sky Italia è più di una fabbrica, è una esperienza da vivere. Grazie ai video e ai laboratori aperti presenti all’interno del Blue Sky, sarà possibile osservare e sperimentare dal vivo le nostre competenze all’avanguardia, favorendo la collaborazione alla velocità del digitale. Utilizzeremo questi spazi per creare, coltivare e incubare nuove idee, dalla visione iniziale e prototipazione fino alla produzione a livello globale.»

Pubblica i tuoi commenti