Innovazione microelettronica e Smart Industry a Parma

2016_MECSPE_AUTOMAZIONE_1

L'innovazione dei processi produttivi e delle lavorazioni, i materiali e le tecnologie di ultima generazione saranno i protagonisti della prossima edizione di Mecspe, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione che si svolgerà a Parma dal 17 al 19 marzo 2016. All’interno dei 9 saloni tematici strettamente connessi tra loro, che daranno alle aziende espositrici l’occasione di mostrare il valore innovativo della loro offerta e di stringere importanti relazioni di business, sarà possibile osservare, toccare con mano e analizzare il completo processo di realizzazione di un manufatto, dalla sua fase progettuale all'oggetto definitivo, pronto per l’impiego. L’edizione 2016 di Mecspe, appuntamento di riferimento per l’industria manifatturiera italiana, si arricchisce di nuove iniziative volte a rendere ancora più sinergico e attivo il percorso di visitatori, aziende ed espositori. Tra le novità più importanti di Mecspe 2016 sicuramente Power Drive, il salone nato per rispondere alla richiesta di trovare uno spazio ad hoc dedicato ai sistemi e ai componenti per la trasmissione di potenza. Nella prossima edizione, inoltre, sarà dato ampio spazio alla subfornitura, con ben quattro aree tematiche dedicate, in cui si mostreranno i diversi ambiti di specializzazione divisi per tipologia di lavorazioni e materiali: materie plastiche; meccanica; lavorazioni della lamiera; elettronica. Un'occasione concreta per entrare in contatto con aziende specializzate e avere una panoramica completa delle ultime tecnologie più adatte a realizzare il proprio prodotto. Infine l’edizione 2016 sarà, ancora una volta, punto di riferimento dell'automazione industriale con la terza edizione di Fabbrica Digitale oltre l’automazione, l'iniziativa volta a presentare il ruolo determinante delle tecnologie di produzione 4.0, divenute fondamentali nei processi di trasformazione.


Le piazze dell’eccellenza
Tra le altre iniziative le 5 piazze dell’eccellenza all’interno del padiglione 5 dedicato proprio all’Automazione. Si tratta di aree specifiche dedicate a Robotica e Assemblaggio; Simulazione; Elettronica e Innovazione; Quadrilatero dell'innovazione e Testing. Nella Piazza della Robotica e Assemblaggio i visitatori potranno toccare con mano le più interessanti applicazioni sviluppate dagli Sponsor del Robot Forum e dai loro System Integrator e approfondire le tematiche trattate nella sessione plenaria. Il 17 marzo, inoltre, avrà luogo la premiazione del Solution Award, che identificherà l’applicazione migliore per capacità tecniche nella manipolazione e nella percezione in assemblaggio, nell’uso di efficienti modalità collaborative e nell’organizzazione del layout e dei processi. La Piazza della Simulazione, con l'area dedicata alla Computer Aided Engineering si svilupperà attorno alle competenze degli espositori del settore che avranno l’occasione di presentare, in un’area mostra denominata Designed-by-Simulation, alcuni prodotti appartenenti ai settori Automobilistico e Trasporti; Artistico e Design; e Additive manufacturing e stampa 3D, ottimizzati e sviluppati attraverso la simulazione. All’interno di Control Italy, verrà presentata un’iniziativa dedicata al Testing dove si potranno anche toccare con mano i vantaggi applicativi dei sensori in fibra ottica a tecnologia FBG.

Uno sguardo all’elettronica
Le tecnologie elettroniche più avanzate troveranno spazio nella Piazza Elettronica e Innovazione. Un'area specifica dedicata che ospiterà l’Università La Sapienza di Roma, Eurotech, National Instruments ed STMicroelectronics che spiegheranno e metteranno in mostra l'elettronica avanzata in tutte le sue sfaccettature come soluzione di partenza indispensabile per ogni tipo di innovazione. L’Università La Sapienza di Roma porterà i migliori lavori dei suoi ricercatori, offrendo uno sguardo al futuro in cui l’elettronica più sofisticata si unisce alla medicina, alla biologia, alla meccanica e ad ogni aspetto della vita quotidiana. Le soluzioni hardware al'avanguardia adattabili a molti mercati verticali saranno invece protagoniste con Eurotech, mentre la National Instruments esporrà esempi di strumenti e metodologie per affrontare le sfide tecniche e ingegneristiche più complesse. STMicroelectronics, invece, proporrà le ultime proposte riguardanti le tecnologie di base e i componenti per prodotti e soluzioni intelligenti ed efficienti dal punto di vista del consumo di energia, che danno vita ad applicazioni elettroniche di uso quotidiano.

Microelettronica e industria
La formazione nell’ambito dell’automazione passa anche attraverso numerosi convegni, come quelli organizzati da New Business Media. La redazione di Selezione di Elettronica con i partner dell’area Elettronica e Innovazione organizzerà giovedì 17 marzo alle ore 10.30 il convegno "Innovazione microelettronica e Smart Industry", in cui si presenterà la microelettronica come elemento di base e condizione imprescindibile per il passaggio dell’industria al paradigma del 4.0, attraverso il colloquio a quattro voci che vedrà il contributo di STMicroelectronics, Eurotech, National Instruments e Università partendo dallo scenario sul mercato e sulle tecnologie. La redazione di Automazione Industriale approfondirà invece la relazione tra Automazione industriale e Big data, dimostrando come l’uso di questi ultimi siano fondamentali nell’evoluzione del contesto industriale; il convegno che si terrà venerdì 18 marzo alle ore 10.30 sarà l’occasione per fare il punto sull’Automazione Industriale Award e presentare l’edizione 2016 del Premio.

Pubblica i tuoi commenti