Informazione e intrattenimento in auto

CAR INFOTAINMENT –

Un’interfaccia centralizzata, basata su comandi vocali, per utilizzare telefono e media player: è questo, in sintesi, il ruolo svolto da sistemi come Blue&Me di Fiat e Sync di Ford, basati sul sistema operativo Microsoft Auto.

Una delle applicazioni più promettenti per lo sviluppo dell'elettronica a bordo degli autoveicoli è certamente rappresentata dai sistemi di infointrattenimento, cioè dagli apparati che hanno il compito di fornire al guidatore informazioni utili e di rendere più piacevole il viaggio rendendo disponibili contenuti audio e video. Dal punto di vista funzionale gli odierni sistemi di infointrattenimento possono essere considerati gli eredi della tradizionale autoradio, ma la loro fisionomia è stata determinata dalle innovazioni tecnologiche degli ultimi anni: la telefonia cellulare, Internet, i satelliti Gps, l'uso delle memorie Flash come supporto standard per i contenuti musicali. Sul piano delle applicazioni automotive, queste innovazioni hanno avuto tre principali conseguenze: la possibilità di collegare il veicolo a reti per lo scambio bidirezionale di informazioni (voce e dati), la nascita di nuove tipologie di servizi informativi (in primo luogo la navigazione Gps), la diffusione di sistemi di riproduzione sonora che possono essere utilizzati indifferentemente dentro e fuori l'autoveicolo (in particolare i lettori Mp3). Da questa profonda evoluzione emerge oggi un concetto di sistema di infointrattenimento totalmente nuovo, caratterizzato dalla presenza di un sistema centrale che svolge principalmente la funzione di interfaccia utente unificata per l'uso di periferiche portatili (telefono cellulare e personal media player) oppure connesse permanentemente al veicolo. L'altro tratto essenziale da sottolineare è l'importanza assunta in questo contesto dalle tecnologie di riconoscimento vocale e di sintesi del parlato, indispensabili per consentire al guidatore di interagire con tutti gli apparati di bordo senza staccare le mani dal volante e senza distogliere lo sguardo dalla strada.

L'integrazione, un aspetto fondamentale
A tutt'oggi questa visione integrata del sistema di infointrattenimento rivolto agli autoveicoli non si è ancora affermata in modo generalizzato; nell'offerta dei costruttori di autoveicoli prevalgono ancora le soluzioni parziali, ad esempio alcune auto offrono di serie una presa Usb per il collegamento di un lettore, altre un navigatore, inoltre abbondano le soluzioni “retrofit” per quanto riguarda sia la navigazione Gps sia l'impiego di telefoni cellulari tramite kit “viva voce”. È evidente, però, che l'approccio integrato offre numerosi vantaggi e consente ai costruttori di automobili di assumere il controllo di una funzione destinata ad assumere grande rilievo. Si può affermare che proprio l'importanza di un approccio integrato ha consentito a Microsoft di assumere un ruolo chiave nel nascente mercato dei sistemi di infointrattenimento per autoveicoli, un evento in fondo tutt'altro che scontato. Evidentemente le tecnologie Microsoft, grazie alla loro enorme diffusione e al loro ruolo di 'standard di fatto', si prestano a svolgere una funzione di collante tra i diversi pezzi del sistema e possiedono le credenziali necessarie per riscuotere la fiducia dei costruttori di automobili. Sta di fatto che il sistema operativo Microsoft Auto è alla base di buona parte dei sistemi di infointrattenimento oggi offerti dalle industrie automobilistiche.

Il sistema operativo Microsoft Auto
L'interesse di Microsoft per le applicazioni automobilistiche si è concretizzato nel 1995 con la creazione della Microsoft Automotive Business Unit. Oggi questa divisione offre una gamma di sistemi operativi indicati collettivamente dal nome Windows Embedded Automotive e derivati da Windows Embedded CE. Nell'ambito di questa offerta spicca il sistema operativo denominato Microsoft Auto, giunto alla versione 4.1, una piattaforma standardizzata per lo sviluppo di soluzioni comprendenti funzioni di comunicazione, intrattenimento e servizio. Microsoft Auto usa la tecnologia di aggiornamento e installazione di Windows Embedded CE 6.0 R3, offre un completo set di Api e permette a tutti gli sviluppatori (anche a quelli privi di esperienze specifiche in campo automobilistico) di lavorare utilizzando strumenti di uso comune. La piattaforma consente agli sviluppatori del sistema e delle applicazioni un facile accesso alle varie porte e periferiche nel corso delle fasi di sviluppo e collaudo. Questa possibilità permette - tra l'altro - di realizzare progetti conformi ai requisiti delle varie fasi di collaudo: a livello di unità, funzionale, collaudo dell'integrazione di sistema, collaudo dell'integrazione nel veicolo. L'ultima versione di Microsoft Auto comprende numerosi componenti middleware integrati e collaudati, e può inoltre utilizzare centinaia di componenti facenti parte di Windows Embedded CE 6.0 R3. La riduzione dei tempi di sviluppo è favorita anche dal vasto ecosistema di strumenti offerti da numerose aziende partner. La presenza di Microsoft nel settore automobilistico è piuttosto massiccia: nel 2006 l'elenco dei clienti della società di Bill Gates comprendeva Bmw, Citroën, Clarion, DaimlerChrysler, Fiat, Honda, Hyundai, Mitsubishi, NexTech, Subaru, Toyota e Volvo. Il sistema operativo Microsoft Auto, in particolare, è alla base dei tre sistemi di infointrattenimento che esamineremo nelle righe seguenti: Blue&Me di Fiat, Sync di Ford e Uvo di Kia.

Il sistema Blue&Me di Fiat
Blue&Me, il sistema di infointrattenimento presentato da Fiat nel 2006, è stato sviluppato congiuntamente da Magneti Marelli e da Microsoft e viene installato su vari modelli Alfa Romeo (159, Brera, Spider, MiTo), Fiat (Croma, Nuova 500, Grande Punto, Linea, Bravo), Lancia (Ypsilon, Delta) e su alcuni veicoli commerciali leggeri. Si tratta in sostanza di un'unità centrale dotata di connettività Bluetooth e Usb per consentire il collegamento con (rispettivamente) telefoni cellulari e personal media player portatili. Una volta collegate, entrambe queste periferiche possono essere comandate tramite un'interfaccia utente unificata basata in primo luogo su comandi vocali (grazie alla tecnologia di Nuance Communications, che non richiede alcuna fase di “addestramento”) oltre che su alcuni tasti collocati sul volante. Il collegamento Bluetooth consente di utilizzare l'interfaccia vocale anche se il telefono cellulare rimane nella tasca della giacca o all'interno di una borsa. Tramite la sintesi del parlato, il sistema può anche leggere ad alta voce il testo degli Sms ricevuti. Il sistema Blue&Me consente inoltre la connessione a Internet tramite diversi tipi di reti wireless. Le caratteristiche della piattaforma Microsoft Auto sono state sfruttate soprattutto per garantire la compatibilità con una vasta gamma di telefoni cellulari e media player, oltre che per realizzare un'architettura modulare in previsione dello sviluppo di più versioni del sistema. La versione Blue&Me Nav, ad esempio, offre un sistema di navigazione che consente di impostare la destinazione tramite comandi vocali e integra servizi quali la chiamata d'emergenza automatica. Il sistema Blu&Me Map è un navigatore portatile multifunzione comprendente i database di Pagine Bianche e Pagine Gialle, mentre la soluzione Fiat ecoDrive raccoglie i dati relativi all'efficienza del veicolo (consumi ed emissioni di CO2) e li carica su una chiavetta Usb per consentire al guidatore di analizzarli sul proprio Pc tramite un apposito software che fornisce indicazioni sullo stile di guida.

Il sistema Sync di Ford
Sync è il nome del sistema di infointrattenimento sviluppato congiuntamente da Ford e Microsoft, offerto a partire dal 2008 nel mercato nordamericano su una varietà di veicoli contraddistinti dai marchi Ford, Lincoln e Mercury. Come per Blue&Me, si tratta sostanzialmente di un'unità centrale (basata su processore Arm) dotata di connettività Bluetooth e Usb per il collegamento a telefoni cellulari e a personal media player; anche in questo caso il sistema offre un'interfaccia utente di tipo vocale basata sulla tecnologia di Nuance Communications, utilizzabile sia per impartire comandi (ad esempio la scelta della persona da chiamare al telefono o del brano musicale da ascoltare), sia per convertire in voce sintetizzata il testo degli Sms ricevuti. Anche Sync offre una serie di servizi, tra cui la chiamata d'emergenza automatica (funzione 911 Assist) e informazioni sul traffico fornite dalla società Inrix. Il sistema operativo Microsoft Auto è memorizzato in una memoria Flash, pertanto la fase di boot richiede solo 357 millisecondi. Anche nel caso di Sync la modularità del sistema è stata sfruttata per creare più versioni; in particolare la versione Ford Work Solutions, sviluppata in collaborazione con Magneti Marelli, comprende un computer integrato nel cruscotto che offre connettività Internet ad alta velocità (tramite la rete a larga banda del gestore Sprint Mobile) e consente al guidatore di stampare fatture, controllare scorte di magazzino, accedere a documenti memorizzati nei computer di casa o dell'ufficio.

Il sistema UVO di Kia
Anche il sistema Uvo, sviluppato congiuntamente da Microsoft e Kia, è basato sulla piattaforma Microsoft Auto e consente il collegamento di telefoni cellulari e personal media player (grazie alla connettività Bluetooth e Usb), ma si discosta dai sistemi Blue&Me e Sync sotto vari aspetti. La tecnologia di comando vocale - fornita in questo caso da Tellme, società appartenente a Microsoft - viene utilizzata anche per gestire l'autoradio; non solo per cambiare la stazione sintonizzata, ma anche per effettuare lo zapping. Questa funzione viene attivata dal guidatore pronunciando la frase “What's playing?” (che musica sta andando in onda?). Inoltre l'interfaccia utente comprende anche un display dotato di schermo tattile, che in retromarcia viene utilizzato come monitor per una telecamera collocata sul retro del veicolo.

Sistemi retrofit
Oltre ai sistemi installati direttamente dai costruttori di automobili, esistono anche sistemi di infointrattenimento “retrofit”, applicabili a una vasta gamma di veicoli. Ricade in questa categoria, ad esempio, il sistema NX700E di Clarion, che integra le funzioni di un navigatore Gps, di un lettore Cd/Dvd e la connettività Bluetooth e Usb necessaria per collegare telefoni cellulari e personal media player. Il display del sistema, utilizzato per visualizzare le mappe del navigatore, è di tipo touch screen e funge anche da interfaccia per il comando delle periferiche collegate (telefono e media player).

Pubblica i tuoi commenti