Con ST il casco è “invisibile”

TECNOLOGIE –

Hövding e STMicroelectronics hanno creato il “casco invisibile”, uno speciale collare che, grazie ai suoi sensori di movimento e microcontrollori, in caso di incidente inviano un segnale all’airbag che si gonfia e avvolge e protegge la testa e il collo del ciclista.

Tecnologia e design per fare la differenza nella vita di tutti i giorni. È quanto si propone Hövding con il suo casco 'invisibile' per bicicletta provvisto di airbag, basato sui sensori di movimento e microcontrollori della STMicroelectronics. Studi internazionali dimostrano che i caschi per bicicletta possono ridurre almeno del 60% i danni causati da incidenti. Nonostante ciò, la grande maggioranza dei ciclisti non indossa alcun tipo di casco per i più svariati motivi: li reputano ingombranti, scomodi da trasportare o poco eleganti da indossare. A differenza delle tradizionali conchiglie a protezione del cranio, il casco 'invisibile' è una specie di collare che si porta attorno al collo e che contiene al suo interno un airbag. In caso di incidente, i sensori di movimento della ST percepiscono i movimenti anomali del ciclista e inviano un segnale all'airbag, che si gonfia in un decimo di secondo creando una sorta di cappuccio che avvolge e protegge quasi tutta la testa e il collo del ciclista, senza però ostruirne il campo visivo.

Pubblica i tuoi commenti