Altera premia l’innovazione basata su Fpga

PREMI –

Lo scorso 25 novembre si è tenuta la premiazione dell’Innovate Italy Altera Design Contest, un concorso di idee multidisciplinare aperto a tutti gli studenti e ricercatori delle principali facoltà di ingegneria elettronica.

Lo scorso 25 novembre si è tenuta nell'esclusiva cornice di Villa Trivulzio, la premiazione dell'Innovate Italy Altera Design Contest. Innovate Italy è un concorso di idee multidisciplinare aperto a tutti gli studenti e ricercatori delle principali facoltà di ingegneria elettronica (ma non solo) Italiane.

L'obiettivo è di aiutare gli studenti e i ricercatori a coltivare il loro interesse nella progettazione digitale basata su Fpga (Field Programmable Gate Array) e a diffondere le migliori idee promuovendole come esempio di innovazione e creatività.
Si è voluto tenere  la celebrazione della premiazioni dei migliori lavori presentati in questo contesto tecnologico in una villa cinquecentesca testimone del rinascimento Italiano, auspicando che  vi possa essere un nuovo rinascimento anche nell'ambito della innovazione tecnologica Italiana.

Nel corso dell'evento di premiazione l'Ing. Achille Montanaro, Account Manager in Altera e coordinatore dello University Program in Italia, ha illustrato il perchè Altera investe nelle Università ed in modo particolare in Italia.

Durante la cerimonia Tommaso Rolando, Altera Sales Director per l'area Sud Europa, ha illustrato gli enormi  e sorprendenti progressi tecnologici  degli ultimi vent'anni nel mercato dei dispositivi programmabili. “Negli anni immediatamente successivi alla nascita di Altera”, ricorda Rolando, “proponevamo ai nostri clienti i primi dispositivi programmabili che integravano solamente 8 Flip-Flop ma che avevano la particolarità di poter essere riprogrammati innumerevoli volte, consentendo di sostituire già allora diversi componenti discreti. Ora,“ prosegue Rolando “la complessità del singolo dispositivo èarrivata incredibilmente a raggiungere il milione di flip-flop, ma il principio ispiratore di Altera  continua a rimanere lo stesso dalla sua fondazione nel 1983: ritenere la programmabilità e la flessibilità come il miglior paradigma per rispondere alla sempre maggiore crescita dei costi di sviluppo di soluzioni mascherate o ASIC”.

Il concorso ha visto la partecipazione di 18 diversi team provenienti da 12 differenti Università e Politenici Italiani per un totale di 34 studenti coinvolti. Durante la celebrazione sono stati consegnati i premi ai primi tre classificati, che in realtà sono diventati quatro per via di un ex-aequo nella prima posizione. 

Sul prossimo numero di Selezione di Elettronica verranno pubblicati i progetti vincitori.

Pubblica i tuoi commenti