2016 in calo per i chip

In disaccordo con la Wsts (World Semiconductor Trade Statistics), che aveva previsto che l’anno prossimo il mercato dei chip si sarebbe ampliato dell’1,4%, totalizzando 341 miliardi di dollari, l’agenzia taiwanese di analisi di mercato TrendForce ha invece previsto che il calo del prezzo medio di vendita delle memorie produrrà nel 2016 effetti negativi sull’intero mercato dei chip 2016. Più in particolare, il mercato si limiterà a un valore di 329 miliardi, con una riduzione dello 0,6%. Nel 2016 il mercato delle memorie assisterà a una fase di eccesso di offerta, poiché sia le vendite di Dram che quelle di Flash di tipo Nand caleranno, causando un declino nel fatturato totale dei chip di memoria pari al 7%, dopo lo sviluppo dell’1,5% registrato nel 2015.


Pubblica i tuoi commenti